F1, GP Austria (Stiria) 2020: il commento di Mara Sangiorgio dal Red Bull Ring

Formula 1

LA Ferrari porta in Austria, per il secondo GP di fila a Spielberg, nuovi aggiornamenti. Leclerc, nel giovedì di conferenza, tiene alto il morale della squadra anche se sa che tornare sul podio non sarà facile. Intanto Vettel strizza l'occhiolino alla Red Bull dopo aver parlato con Renault. Il GP della Stiria domenica in diretta alle 15.10 su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP AUSTRIA/STIRIA, QUALIFICHE IN DIRETTA

È una Ferrari che ha spinto sull’acceleratore. Strattonata e spinta da più parti, ad Camilleri compreso, ma costretta soprattutto a farlo per sé stessa. E così, in anticipo su quanto dichiarato solo una settimana fa, al Red Bull Ring si sono già viste le prime novità: un’ala anteriore modificata, un nuovo fondo in stile Mercedes, potrebbe arrivare anche una novità per il posteriore. L'obiettivo è chiaro e dichiarato: cercare di scaricare le ali e recuperare dal fondo il carico per ridurre la resistenza all’avanzamento e provare a trovare più velocità in rettilineo, là dove Mattia Binotto ha quantificato la perdita rispetto al 2019 in sette otto decimi. Questa Ferrari malata nel progetto non guarirà certo in pochi giorni, ma testare fin da subito queste novità sulla stessa pista diventa fondamentale per fare le giuste comparazioni e analisi.


Con i gradi di capitano ormai cuciti sulla maglietta Charles Leclerc cerca di mantenere alto il morale della squadra anche a parole, oltre che aver dato la giusta scossa con l’inaspettato podio di domenica. Il monegasco sa che ripetere quell’impresa sarà difficile ma ha riposto la sua fiducia nei nuovi aggiornamenti, con la speranza di recuperare fin da subito un po' di performance per tornare a lottare almeno con Red Bull. Altro discorso per Sebastian Vettel: il 2020 sarà con tutta probabilità una stagione con tante spine e poca serenità, almeno fino a quando il tedesco troverà una nuova destinazione. La volontà è quella di provare a restare in Formula 1. Ma dopo aver prima parlato con Renault, Vettel ha strizzato l’occhiolino al suo primo amore, la Red Bull, ma non solo. In attesa di capire quale nuova porta si aprirà.

FORMULA 1: SCELTI PER TE