Formula 1, Leclerc: "Non vedo l'ora di tornare sulla Ferrari nel GP d'Ungheria"

Formula 1

Charles Leclerc vuole dimenticare alla svelta l'incidente in Austria, tornando subito in pista in Ungheria: "Non vedo l'ora, l'Hungaroring è un tracciato che mi piace. Sarà fondamentale non commettere errori nelle qualifiche". Vettel: "Bello poter risalire subito sulla Ferrari dopo l'esito negativo dell'ultima gara"

GP UNGHERIA: LA DIRETTA DI LIBERE 3 E QUALIFICHE

Dopo l’incidente alla terza curva del Gran Premio di Stiria, Charles Leclerc e Sebastian Vettel sono impazienti di tornare in pista per gettarsi alle spalle una settimana complicata e per cercare di massimizzare i risultati della Ferrari. Domenica si corre in Ungheria, sul quale la Scuderia si è imposta sette volte, la prima delle quali con Nigel Mansell nel 1989, quando l’inglese rimontò dal 12° posto in griglia. 

Leclerc: "Non vedo d'ora di tornare in macchina"

leggi anche

Binotto: "Serve la perfezione per ottenere punti"

Charles Leclerc ha un solo obiettivo, tornare in pista il prima possibile: "Non vedo l’ora di tornare in macchina - ha detto il monegasco -. L’Hungaroring mi piace perché è un tracciato estremamente tecnico con diversi punti nei quali un eventuale errore può essere pagato a caro prezzo in termini di tempo sul giro. Per questo, specie in qualifica, è vitale non commettere errori per mettere insieme il tentativo perfetto. Budapest è una delle mie tappe preferite nel calendario, perché la città è splendida e i tifosi sono molto appassionati. In questa edizione non li potremo avere sugli spalti ma ci seguiranno da casa e spero di poterli far divertire".

Vettel: "In Ungheria una pista che ti fa spendere molto"

leggi anche

Bild: "Vettel-Aston Martin, colloqui in corso"

Questo il commento di Sebastian Vettel: "Dopo l’esito negativo della gara della scorsa settimana a Spielberg è bello avere la possibilità di risalire subito in macchina e tornare in pista - ha detto il tedesco, due volte vincitore in Ungheria -.  L’Hungaroring è un tracciato che sottopone i piloti a un discreto sforzo fisico, perché sono pochissimi i tratti nei quali è possibile rilassarsi. Le curve infatti sono tantissime e di solito quando si disputa il Gran Premio le condizioni atmosferiche presentano giornate molto caldeQuesta tradizionalmente è anche una pista sulla quale accorrono molti tifosi della Ferrari e tantissimi dalla Germania, sarà molto strano non vedere il loro supporto dalle tribune".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche