Formula 3, Vesti vince Gara-3 in Austria. Sul podio Hauger e Caldwell

FORMULA 3

Lucio Rizzica

FOTO Twitter - @FIAFormula3
f3_vesti_austria_2021_twitter

Chiuso il weekend della Formula 3 in Austria. Sul traguardo di Gara-3 arriva primo Vesti, davanti a Hauger, Caldwell, Smolyar. Ottimo Nannini, quinto alla bandiera a scacchi. Oggi il GP di F1 al Red Bull Ring: diretta Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

Frederik Vesti si è aggiudicato la terza e ultima gara del weekend della Formula 3 al Red Bull Ring, in Austria. Il pilota danese della ART Grand Prix è salito sul podio assieme a Dennis Hauger (Nor) e Olli Caldwell (GB), entrambi del Team Prema.

Prima fila tutta scandinava. Parte il leader del campionato, il norvegese Hauger davanti a tutti, al suo fianco il danese Vesti. I primi competitors per il titolo (Doohan e Martins) sono lontani, in quarta e quinta fila. Assente in griglia l'americano Frederick, uscito da un contatto di ieri con un dito fratturato. Allo spegnimento dei semafori stalla Collet e costringe tutti i piloti dietro la seconda fila a rallentare, ne approfitta Hauger che -partito benissimo- prende immediatamente la testa della corsa. Nel corso della terza tornata Vesti e Smolyar insidiano il battistrada, che tuttavia segna il giro veloce. Nel corso del quinto giro Vesti sorpassa Hauger.

Alle loro spalle risale Leclerc, giro veloce e ottava posizione. Mentre Vesti tiene la testa, Smolyar attacca e supera Hauger, che scivola terzo. A quindici giri dalla fine è spettacolare il 'side by side' fra Novalak e Leclerc, che arrivano anche a sfiorarsi con le gomme. Undicesima tornata: battaglia accesissima nelle prime sei posizioni: nell'ordine passano davanti alla pit lane Vesti, Hauger, Smolyar, Caldwell, Novalak e Leclerc. Nelle retrovie contatto fra Van der Helm e Villagomez, che si gira. 

Al quattordicesimo giro Leclerc e Martins duellano senza tregua, alla fine Leclerc cerca un varco che non c'è, Martins chiude e i due si toccano e danneggiano anche Novalak, che non era parte in causa: gara finita per tutti e tre, anche se Martins prova a rientrare ai box per ripartire con gomme nuove. Sedicesimo giro: safety car. A tre giri dalla fine Vesti e Hauger allungano, terzo e Caldwell davanti a Smolyar, Doohan e Nannini. Alla 22^ tornata si toccano Doohan e Crawford: il primo fora, il secondo ci rimette il baffo anteriore sinistro. La Virtual safety car cristallizza posizioni e distacchi a un giro dal termine, Hauger secondo mentre i suoi avversari principali sono entrambi fuori dalla corsa. Sul traguardo arriva primo Vesti, davanti a Hauger, Caldwell, Smolyar e un ottimo Nannini, quinto. 

Successo ART dunque,  davanti a due Prema. Vesti diventa il primo inseguitore (74 punti) di Hauger (115), sempre più leader del campionato: bravissimo a interpretare il regolamento, gestire la macchina, sbagliare poco. Qualità che fanno di lui un vero pilota.  Per Hauger tre podi in questo week-end e molta gioia ("Volevo questa vittoria, avevo anche il ritmo, ma ho comunque tenuto la leadership e sono contentissimo"). Vesti finalmente si è ripreso un po' di gloria ("Ieri è stata una gara più sofferta, ma le mie capacità difendive sono state decisive per il successo di oggi"). Sorride anche Caldwell, fin qui il meno incisivo dei piloti Prema ("Avevo un'ottima macchina, spero di tenere questo ritmo fino alla fine della stagione").  In classifica generale, un norvegese davanti a un danese: soffia il vento del Nord sulla F3.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche