Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
11 gennaio 2017

NBA, Ben Simmons torna ad allenarsi con i 76ers

print-icon
Ben Simmons durante l'allenamento con i 76ers

Ben Simmons, prima scelta assoluta al draft 2016, è tornato ad allenarsi assieme ai compagni tre mesi dopo l'operazione al piede destro (Foto Getty)

A più di tre mesi di distanza dall’operazione al piede destro, Ben Simmons torna ad allenarsi con i compagni. Un rientro che potrebbe accelerare il processo di crescita dei Philadephia 76ers già da questa stagione

Trust tre process. Il motto diventato ritornello frequente grazie a Joel Embiid in casa Sixers sembra sempre più di attualità, soprattutto dopo aver rivisto Ben Simmons calcare il parquet durante l'allenamento di ieri tenuto da Philadelphia. La prima scelta assoluta del draft 2016, costretto a operarsi al piede destro dopo la frattura subita durante la preseason, è tornato in campo per la prima volta a oltre tre mesi di distanza dall’infortunio subito lo scorso 30 settembre, nell’ultimo giorno di training camp. “La palestra è come se si fosse risvegliata - ha commentato coach Brett Brown – si poteva percepire nell’aria”. Una presenza elettrizzante, il tassello mancante che potrebbe servire a Philadelphia per tornare definitivamente in carreggiata. “Averlo visto in azione è già molto rassicurante. È all’80% della forma”, ha chiosato l’allenatore.

Fare parte del gruppo - Il prodotto di LSU ha partecipato a un semplice cinque contro zero, ma tanto basta per sperare di rivederlo in campo già in questa regular season. Dopo l’operazione i tempi di recupero furono stimati in tre mesi, ma lo stesso Simmons preferì restare cauto a riguardo: “Non c’è nessun tabella precisa – raccontava lo scorso ottobre -, sto lavorando tutti i giorni per ritornare in condizione il prima possibile. Appena avrò l’ok da parte dello staff tecnico, ritornerò in campo”. Frasi che stigmatizzavano le voci che preannunciavano un ritorno non prima della stagione 2017-2018. È notizia della scorsa settimana infatti che lo stesso Embiid stia facendo di tutto per far sentire la prima scelta dell’ultimo draft parte integrante del gruppo, come testimoniato anche dalle foto postate via Instagram dal diretto interessato: “Sono certo che Ben apprezzerà molto – commenta il numero 21 dei Sixers -, perché anch’io ho vissuto lo stesso tipo di situazione. In quei momenti quando mi ritrovavo da solo era sempre dura da affrontare, ma ogni volta che ero circondato dai miei compagni le cose cambiavano. In quei mesi mi sono stati vicino sia Nerlens Noel che l’assistente allenatore Chris Babbock. Io adesso sto provando a fare lo stesso con lui”.

Una foto pubblicata da Ben Simmons (@bensimmons) in data:

 

Simmons point guard? – Al termine del primo allenamento del prodotto di LSU, è sempre Embiid a fermarsi ai microfoni dei cronisti: “Lo stiamo aspettando. È sempre eccitante sapere di avere a disposizione un giocatore con quel talento che sta per tornare, sperando che riesca a recuperare il prima possibile. Lui è un campione e non vedo l’ora di poter giocare con lui”. L’idea tattica è di quelle intriganti, considerando la carrozzeria che Simmons porta a spasso (2.07 metri per 110 kg): “Ha giocato da playmaker oggi, credo che quello sia il ruolo migliore in cui provare a schierarlo - commenta un Embiid in versione allenatore -. Sono eccitato all'idea di vedere cosa sarà in grado di fare in quella posizione".

Video

Tutti i siti Sky