Please select your default edition
Your default site has been set

NBA i risultati della notte: Harden 40 e sconfitto

NBA
harden

La 13^ tripla doppia stagionale di James Harden da 40 punti, 12 rimbalzi e 10 assist non basta a Houston, sconfitta a sorpresa da Miami. Wesley Matthews rovina il compleanno di Dwyane Wade e Dallas vince a Chicago. Facile vittoria di Toronto su Brooklyn

Miami Heat-Houston Rockets 109-103 — James Harden firma la tredicesima tripla doppia della stagione con 40 punti, 12 rimbalzi e 10 assist (con l’ultimo arrivato a partita finita), ma Houston perde sorprendentemente a Miami, dove gli Heat realizzano un parziale da 20-5 nell’ultimo quarto e gestiscono il +14 accumulato fino alla fine. In una partita combattutissima — 15 pareggi e 19 avvicendamenti nella guida del punteggio, mai nessuno con più di 7 punti di vantaggio — è stato il bilanciamento nel peso realizzativo dei padroni di casa a fare la differenza. Il migliore è stato Goran Dragic, che con le sue penetrazioni ha messo in crisi la sua ex squadra e ha finito con 21 punti, 8 rimbalzi e 8 assist, ma altri cinque giocatori hanno finito in doppia cifra, con Dion Waiters da 17, Hassan Whiteside da 14+15 e gli eccellenti punti portati dalla panchina da James Johnson (15 punti, 8 rimbalzi e 6 assist), Tyler Johnson (16) e Wayne Ellington (18 con 5/9 dall’arco). Ben peggiore la serata di Houston, che chiude con un pessimo 9/39 da tre punti e soli tre giocatori (Montrezl Harrell da 13, Patrick Beverly con 12 e Trevor Ariza con 11) ad accompagnare l’ennesima prestazione super di Harden, che questa volta non è bastata. “Sono contento che i nostri ragazzi finalmente siano stati ricompensati per tutto il loro lavoro”, il commento di un Erik Spoelstra in versione-Sixers, visto che ha aggiunto: “Ne parliamo sempre: mettiamo in cascina lavoro per la squadra, continuiamo a migliorare… Trust that process”. 

Chicago Bulls-Dallas Mavericks 98-99 — La tripla di Wesley Matthews a 13 secondi dalla fine non solo regala ai Mavericks un’insperata vittoria in trasferta (solo la sesta in stagione), ma rovina anche il 35° compleanno di Dwyane Wade, che vede i suoi Bulls tornare sotto la soglia del 50% di vittorie. Nella miglior partita della stagione di Robin Lopez (21 punti con 10/15) e la solita serata eccellente di Jimmy Butler (a un rimbalzo dalla tripla doppia con 24, 9 e 12 assist), autore del canestro spezza-parità a 23 secondi dalla fine, è stato l’altro prodotto di Marquette a regalare a Dallas la terza vittoria in fila, la striscia più lunga della disastrata stagione dei Mavs. “È stata dura per due mesi e mezzo, ma i ragazzi hanno continuato a crederci”, ha dichiarato un soddisfatto Rick Carlisle. “Partite come questa ci danno fiducia”. Dallas ha mandato tutto il quintetto in doppia cifra guidato dai 20 di Harrison Barnes e dai 18 di Seth Curry (7/10 al tiro per lui), costruendo un vantaggio di 13 punti nel terzo quarto ma sprecandolo velocemente, pur avendo l’ultima parola grazie alla tripla e alla difesa di Matthews nell’ultimo possesso.

Brooklyn Nets-Toronto Raptors 109-119 — In tutta la NBA ci sono solo due squadre che hanno record perfetto contro la propria division: i Nets, che non hanno mai vinto, e i Raptors, che non hanno mai perso contro le altre franchigie dell’Atlantic. Una tendenza che si ripete anche a Brooklyn, dove coach Casey può permettersi di far riposare Kyle Lowry e lasciare spazio a Cory Joseph, che firma il massimo in carriera a quota 33 punti con 15/22 al tiro. Ad accompagnarlo i “soliti” 36 con 11 rimbalzi di DeMar DeRozan, ma anche i 15 dalla panchina di Terrence Ross e la doppia cifra del rookie Fred Van Fleet. I 28 punti di Brook Lopez non sono bastati a Brooklyn per evitare l’undicesima sconfitta consecutiva, nonostante gli eccellenti 57 punti prodotti dalla panchina guidata dai 14 a testa di Rondae Hollis-Jefferson e il rookie Caris LeVert.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche