Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, altro OT, altra vittoria: Spurs da playoff

NBA

Con la seconda vittoria consecutiva ai tempi supplementari (97-90 contro Minnesota dopo essere stati sotto anche di 16 punti), gli Spurs agguantano i playoff per la ventesima stagione consecutiva. Ovviamente nel segno di Kawhi Leonard, ancora protagonista

Gli Spurs atterrano a San Antonio dopo la vittoria in overtime a New Orleans alle 2 di mattina – e si vede. Partenza letargica per la banda di coach Popovich, a zero per i primi tre minuti, e così il parziale in apertura di Minnesota è di 15-4. I texani chiudono il primo quarto con 5 palle perse, 6 soli canestri dal campo e 14 punti (minimo stagionale eguagliato per il primo periodo), facendo poco meglio (19 punti) nel terzo periodo. Nel secondo tempo però girano qualche vite in difesa e tengono i T’Wolves a 15 nel terzo quarto, a 13 nell’ultimo, forzando il secondo overtime consecutivo dopo essere stati anche sotto di 16 punti nel corso della gara. Nel supplementare non c’è storia, con San Antonio che domina 14-7 portando così a casa la settima vittoria di fila e centrando la matematica qualificazione ai playoff per la 20^ stagione consecutiva. Ancora una volta il grazie più grande va detto a Kawhi Leonard, autore di una gara a tutto tondo chiusa con 34 punti (di cui sei in overtime), 10 rimbalzi, 6 recuperi e 5 assist, quarto giocatore quest’anno capace di toccare quota 30 punti, 10 rimbalzi, 5 assist e 5 recuperi (Giannis Antetokounmpo, Anthony Davis e James Harden gli altri tre). Se dovesse chiudere ancora in doppia cifra la prossima gara (in programma martedì contro Houston), Leonard eguaglierebbe la striscia di 91 partite con 10 o più punti messa a segno da Tim Duncan nella stagione 2002-03. 

Tripla doppia da record – Con Ginobili tenuto a riposo dopo le fatiche contro i Pelicans, gli Spurs vedono LaMarcus Aldridge confermarsi molto positivo, con 18 punti e 10 rimbalzi, ma sfiora la doppia doppia anche Pau Gasol alla quinta partenza dalla panchina consecutiva, chiusa con 17 punti e 8 rimbalzi. Minnesota – reduce da 4 vittorie nelle ultime 5 gare – si conferma in un buon periodo, guidata dai 24 punti e 14 rimbalzi di Karl-Anthony Towns, con Gorgui Dieng in doppia doppia (13 e 11 rimbalzi) e Ricky Rubio addirittura in tripla doppia (11 punti, 10 assist, 13 rimbalzi), la 79^ dall’inizio di stagione nella NBA, record assoluto (erano state 78 nel 1988-89). Per battere San Antonio, però, ci vuole evidentemente qualcosa ancora in più, visto che gli Spurs sono usciti vincenti negli ultimi 10 scontri contro i Timberwolves (ultima vittoria di Minnesota l’8 aprile 2014, quasi tre anni fa). 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche