06 ottobre 2017

Infortunio per Nicolas Batum: fuori 6-8 settimane. Clifford punta su Lamb

print-icon
bat

Nicolas Batum in azione in questa preseason (Foto Getty)

Un problema al legamento del gomito sinistro terrà fuori il francese in questo inizio di stagione. Il coach degli Hornets sta già studiando le contromosse: "Questo è il motivo per cui abbiamo un roster di 14-15 giocatori"

Le partite di preseason spesso servono a oleare i meccanismi di un roster tornato da poco ad allenarsi, per capire lo stato di forma dei propri ragazzi e soprattutto per sperimentare e cercare soluzioni alternative da poter poi riproporre in regular season. Ogni tanto però, purtroppo, tocca fare i conti anche con gli infortuni: è quanto capitato a Nicolas Batum nella gara contro i Pistons, durante la quale dopo neanche un minuto di gioco è stato costretto ad abbandonare il parquet a causa del dolore al braccio sinistro dopo uno scontro di gioco, scopertosi poi essere un problema al legamento del gomito sinistro di non poco conto. La risonanza magnetica di qualche ora più tardi ha poi dato conferma del fatto che si trattasse di un problema che richiederà tra le sei e le otto settimane di recupero, prima di poter ritornare in campo. La notizia peggiore insomma, nel momento peggiore, considerando come in molti hanno sottolineato che questo sia un infortunio tutt’altro che comune tra i cestisti (negli States ad esempio è molto più frequente che capiti ai giocatori di baseball). Sfiga, con cui toccherà fare i conti. Il piano d’emergenza di coach Clifford, secondo quanto raccontato ai cronisti di Charlotte, sembra prevedere l’inserimento in quintetto di Jeremy Lamb: “Ovviamente è molto sconfortante, Batum si stava preparando al meglio in questa off-season. Ma questa in fondo è la ragione per cui abbiamo 14-15 giocatori nel roster: anche Jeremy ha lavorato bene questa estate e per lui sarà un modo per conquistare fiducia e spazio”. Minuti che verranno in parte utilizzati anche da Malik Monk, il talento scelto all'ultimo Draft dagli Hornets che nei progetti di questo inizio di stagione sembra dover ricoprire il ruolo di realizzatore in uscita dalla panchina. A ironizzare e in parte sdrammatizzare poi riguardo l’accaduto, ci ha pensato il diretto interessato via Twitter: “È il mio braccio sinistro! Tutti sanno che non uso mai la mia mano sinistra (questo è quello che scrivono gli avversari nei loro scouting report). Abbiamo un roster molto profondo, tutto andrà per il meglio”. Il buon umore, quanto meno, non sembra essere passato.

I PIU' VISTI DI OGGI