Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron, Harden, Kyrie, Kawhi... ma la star di Chicago? Benny The Bull

NBA
NBA_Bulls

Milwaukee e Chicago sono separate da 150 chilometri e da una fiera rivalità sportiva. E ai Bucks non si fanno scappare l’occasione di infierire sul momento di difficoltà dei Bulls…

I tifosi di Milwaukee che scelgono di andare a vedere i Bucks all’arena hanno la certezza di poter contare su un certo Giannis Antetokounmpo, già da solo un motivo più che valido per uscire di casa, arrivare fino al Bradley Center e pagare un biglietto (spesso salato…). Non dovesse bastare, però, la franchigia – come succede normalmente nello sport americano – promuove anche le stelle avversarie in visita nel Wisconsin, per convincere i tifosi ad acquistare pacchetti di biglietti che gli permettano di godere non solo dei Bucks ma anche delle migliori superstar della lega. Qualche esempio? Un sabato sera da non perdere per vedere da vicino la tanto chiacchierata matricola dei Lakers Lonzo Ball (11 novembre)? Oppure aspettare il 19 dicembre per testimoniare l’arrivo in città di LeBron James, il giocatore più spesso paragonato all’uomo che allo United Center ha la sua statua fuori dal palazzo. Il 7 marzo ecco James Harden e i suoi Houston Rockets e poi, nel giro di una settimana, da Milwaukee passano i San Antonio Spurs di Kawhi Leonard e i Boston Celtics di Kyrie Irving. E poi ci sono i Bulls, che non sono certo tra le squadre migliori della lega (già penultimi a Est) ma hanno scritto Chicago sulla maglia, e Chicago è a poco più di un’ora di auto da Milwaukee, motivo sufficiente perché fra le due città – e le due squadre – ci sia una rivalità abbastanza accesa. Tanto che ai Bucks, dovendo scegliere la superstar degli avversari, non hanno trovato di meglio che selezionare… Benny The Bull, la mascotte, finita così come attrazione principale nell’offerta rivolta ai tifosi per lo specifico pacchetto di biglietti. Un colpo basso, divertente ma ovviamente anche un po’ irrispettoso, verso i vicini di casa che – dopo un decennio di successi, con i 6 titoli in 8 stagioni degli anni ’90 – oggi arrancano in difficoltà, proprio mentre i Bucks, trascinati da Giannis Antetokounmpo, tornano ad avere ambizioni importanti. Non resta che aspettare il prossimo 15 dicembre e godersi la sfida: Milwaukee Bucks-Chicago Bulls avrà un motivo in più per essere battaglia vera. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche