NBA: Parker torna in campo contro Dallas, resta un mistero il recupero di Leonard

NBA

Il rientro della point guard francese è la prima buona notizia di questa regular season in casa Spurs. Per rivedere in campo anche Kawhi Leonard invece, bisognerà ancora aspettare

In questo travagliato inizio in casa San Antonio Spurs, falcidiati dai tanti infortuni e dalle pesanti assenze, arriva finalmente una buona notizia: il recupero completo di Tony Parker che, come annunciato dal diretto interessato attraverso i suoi canali social, tornerà in campo nel derby texano contro i Mevericks di questa notte. “Sono pronto, sto per tornare sul parquet nella sfida contro Dallas!”; questo l’incipit del post scritto dalla point guard francese sulla sua pagina Facebook. “Sono davvero felice di poter ritornare a giocare; sono stati dei mesi molto duri che hanno richiesto tanta riabilitazione, pazienza e forza mentale. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno creduto nel mio rientro: i tifosi, la famiglia, gli amici, il mio staff e i San Antonio Spurs; non sarei mai riuscito a farcela senza il vostro supporto”. Dopo la rottura del tendine del quadricipite sinistro durante le scorse semifinali di Conference contro Houston, Parker è prima stato sottoposto a un intervento chirurgico e poi è stato costretto a una lunga e faticosa riabilitazione, ancora più gravosa per un giocatore usurato come lui. Il 35enne si è anche allenato nelle ultime settimane con la squadra di G-League affiliata con gli Spurs e aveva raccontato quanto fosse stato difficile per lui accettare uno stop del genere. “Ero ancora più frustrato del solito perché stavo giocando bene e tutta la squadra stava andando alla grande. Eravamo pronti a batterci alla pari contro gli Warriors e quello mi ha distrutto mentalmente, ma mai ho pensato che non ce l’avrei fatta. Nella mia testa sapevo che sarei tornato in campo nel minor tempo possibile”. Per lui, come per Leonard, nessuna tabella di rientro programmata, anche se l’evoluzione dei due infortuni preoccupa non poco coach Popovich: “Avevano un problema molto simile e l’idea era che rientrassero insieme. Quello di Parker in realtà se possibile era un infortunio peggiore; per questo è abbastanza sorprendente quanto sta succedendo con il recupero di Kawhi”. Sempre criptico l’allenatore dei texani, che continua a non elargire dettagli sul ritorno in campo del numero 2. Per una volta, però, era stato sincero nel post partita contro New Orleans: “Penso che Parker tornerà molto presto in campo, molto prima di quanto si possa immaginare; sul serio, sono onesto”. Questa volta ha davvero detto la verità,

I più letti