Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, gli Oscar di metà stagione di Shaqtin' a Fool!

NBA

Tiri e passaggi sbagliati di metri, incredibili infrazioni di passi e figuracce da parte degli All-Star: è successo di tutto nella prima parte di stagione e Shaquille O'Neal ha raccolto il meglio del peggio della NBA. Vedere per credere!

La pausa per l'All-Star Game divide la stagione NBA in due parti ben distinte, e i giorni di pausa dalle partite permettono di fare il punto della situazione. Approfittando anche del fatto che tra meno di due settimane sarà tempo di Oscar, i colleghi di NBA TV hanno pensato di organizzare una serata speciale per assegnare i premi di metà stagione... di Shaqtin' a Fool. Quando c'è di mezzo un personaggio come Shaquille O'Neal, ovviamente, l'ambiente non può essere troppo serio, e le categorie assegnate hanno ricalcato la debortante personalità di Shaq. Per questo invece dell'ambitissimo di "miglior film" trovate il premio per il peggior momento della stagione, così come il "peggior contropiede", il "peggior passaggio", il "peggior momento di un All-Star", la "peggiore infrazione di passi”, il “peggior tiro”, ma anche il “migliore attore” e infine l'attesissimo "premio alla carriera". Sempre mettendo in mostra i momenti più esilaranti successi in questa prima parte di stagione NBA, senza prendersi troppo sul serio - come dimostrano i protagonisti che hanno accettato di buon grado i premi da loro "vinti".

I peggiori tiri della stagione

Tirare è l’evento che più accade su un campo da basket dopo il palleggio, ma non sempre le cose vanno come sperato: eseguono Jarrett Jack, Domantas Sabonis, Draymond Green, Kentavious Caldwell-Pope e… un intruso dall’estero Rodnei Clarke dalla lega australiana, protagonista di un episodio davvero particolare.

I peggiori passaggi della stagione

Avete presente la scena dei Griffin in cui Peter si dimentica come ci si siede? Ecco, a volte ai giocatori NBA capita di dimenticarsi come si passa il pallone: eseguono Julius Randle, Tyreke Evans, Matthew Dellavedova, Zhou Qi e… il vincitore di quest’anno, Lance Stephenson, che di buon grado ha accettato il premio. “Beccate sempre tutto quello che faccio…” l’amara constatazione di Stephenson.

I migliori attori della stagione

Nell’unica categoria effettivamente parallela a quella degli Oscar vengono premiate le peggiori sceneggiate e simulazioni della stagione. Eseguono Zaza Pachulia, Kent Bazemore e soprattutto Dirk Nowitzki, che con il suo “volo a planare” tornando in difesa si è meritato il premio di quest’anno. “Ho lavorato tantissimo negli ultimi anni per vincere questo titolo e finalmente ci sono riuscito” la battuta divertita della leggenda tedesca.

I peggiori contropiedi

Cosa si prova ad assaporare la possibilità di un canestro facile e invece finire a fare una figuraccia? Chiedetelo a Nik Stauskas, Mario Hezonja (chiamato “Asangia” da Shaq, “come lasagna”), Ben McLemore, LeBron James e Avery Bradley, pizzicato dopo la gara anche dal suo compagno Tobias Harris.

Le peggiori infrazioni di passi

Nella NBA, si sa, l’interpretazione dei passi è diversa da quella dell’area FIBA, ma ci sono momenti in cui decisamente si esagera. Così come ha esagerato DeMarcus Cousins, presente per ben due volte in questa classifica, insieme a Jimmy Butler, LeBron James e Marcus Smart. Ma come si vede alla fine, anche Shaq non ne era immune…

I peggiori errori degli All-Star

Saper fare cose straordinarie con un pallone in mano ed essere nominati tra i migliori 24 giocatori dalla lega non mette al riparo dalle figuracce. Ecco i peggiori errori degli All-Star 2018, da Joel Embiid a Damian Lillard passando da Steph Curry stoppato da Lauri Markkanen, Karl-Anthony Towns che fa venire un infarto a Thibodeau e John Wall che litiga col pallone.

Premio alla carriera per Nick Young

Inevitabile un premio commemorativo a un giocatore che negli anni ha dato grandi soddisfazioni a Shaq come Nick Young. Come succede per gli Oscar, anche alla guardia dei Golden State Warriors è stato dato un premio alla carriera per le sue mille peripezie in campo.

I peggiori momenti della stagione

Infine, l’equivalente del “miglior film” per gli Oscar. I protagonisti dei peggiori momenti della stagione sono Kentavious Caldell-Pope, il canestro-non-canestro di Manu Ginobili, ancora LeBron James contro Markkanen, la pallonata in faccia a Kristaps Porzingis ma soprattutto le tre stoppate sbagliate nella stessa partita da Joel Embiid, che ha poi ricevuto il premio “abbozzando” un po’. “Quel giorno non avevo le mie gambe, la prossima volta andrà meglio…” ha detto accettando il riconoscimento.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche