Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Spurs, LaMarcus Aldridge va al massimo (45 punti): Jazz battuti all’OT

NBA

LaMarcus Aldridge fissa il suo nuovo massimo in carriera a quota 45 punti, rispondendo così a un Donovan Mitchell da 35 e regalando agli Spurs il sesto successo consecutivi. Una vittoria da soliti vecchi Spurs, una di quelle dal sapore di playoff

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

San Antonio Spurs-Utah Jazz 124-120 OT

IL TABELLINO

Leonard o non Leonard, ci pensano i giocatori abili e arruolabili a disposizione di Gregg Popovich a vincere una partita fondamentale per i destini playoff dei nero-argento. Con il numero 2 rimasto ancora una volta a bordocampo a guardare [non è servito neanche il confronto in spogliatoio con il resto del roster a convincerlo, ndr], LaMarcus Aldridge si è preso il palcoscenico, giocando una delle migliori partite da quando è arrivato a San Antonio. Di certo la più positiva a livello di punti segnati: alla sirena infatti sono 45 (il suo nuovo massimo in carriera), realizzati tirando 16/28 dal campo, raccogliendo nove rimbalzi e piazzando tre stoppate. Ben 28 punti sono arrivati in un primo tempo perfetto (il migliore a livello realizzativo in casa Spurs degli ultimi dieci anni, l’ultimo era stato Ginobili a farne sempre 28 contro Cleveland nel 2008), a coronamento di un periodo in cui ad Aldridge riesce davvero tutto: il numero 12 sta viaggiando infatti a 32.3 punti e nove rimbalzi di media durante questa striscia di vittorie che ha rilanciato le ambizioni di San Antonio. Una prestazione necessaria contro un avversario ostico come i Jazz, bravi ad acciuffare il pareggio a meno di quattro secondi dalla sirena con una tripla di Donovan Mitchell; la terza realizzata dal rookie negli ultimi due minuti di partita e a coronamento di un quarto periodo da 14 punti e di una gara chiusa a quota 35. Canestri che servono a Utah per conquistare l’overtime, il primo in tutta la stagione per gli Spurs, che da vecchi volponi non si sono lasciati sfuggire l’occasione e si sono portati a casa il sesto successo consecutivo. Dal momento di massima difficoltà infatti, coinciso con il trittico di sconfitte contro Warriors, Thunder e Rockets di meno di tre settimane fa, i texani sono riusciti a risalire la china dal decimo posto, prendendosi momentaneamente il sesto in classifica e puntando adesso con decisione al terzo occupato dai Blazers e distante soltanto una vittoria e mezzo. Tutti li davano per spacciati e spaccati, ma con o senza la i la verità resta un’altra: a San Antonio non hanno intenzione di abdicare.

Aldridge-Ginobili, il nuovo asse in casa Spurs

Tutti felici in casa Spurs, anche se il profilo resta come al solito molto basso. Anche di fronte a un massimo in carriera: “LaMarcus è stato incredibile anche nelle due partite precedenti, non soltanto oggi – commenta Ginobili, autore di 18 pesantissimi punti in uscita dalla panchina -. Ci sta trascinando, ci ha semplicemente detto ‘Ragazzi, seguitemi: ci penso io. Tutto andrà per il meglio’”. La point guard argentina aveva avuto anche il pallone della possibile vittoria al termine dei regolamentari, scivolata di mano a Ginobili anche a causa di un passaggio leggermente troppo lungo di Aldridge. A ricevere invece un bel po’ di elogi è Mitchell, apprezzato dagli avversari e in particolare da Gregg Popovich: “È davvero dura giocare contro un talento del genere: le ultime due triple che ha realizzato per andarsi a prendere l’overtime sono pazzesche. Merito del suo coraggio, supportato dal fatto che è un giocatore che quei canestri può segnarli e che crede nel fatto di riuscirci”. Una delle chiavi decisive dei Jazz in questa striscia di 12 successi lontano da Salt Lake City interrotta a San Antonio: “È la voglia di non perdere a spingere, di trovare una strada per vincere. Parte tutto da lì, dal segnare tiri, attirare il raddoppio e scaricare per Gobert o rubare un pallone in difesa.  L’obiettivo è evitare la sconfitta”. Proprio come fanno gli Spurs.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche