Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Anthony Davis dice addio al suo monociglio: ma prima lo chiede su Twitter

NBA

"Dovrei tagliare il mio monociglio?". La semplice domanda pubblicata dall'All-Star di New Orleans sul suo account Twitter scatena la rete. Oltre 630.000 le risposte arrivate dai suoi tifosi, e con un risicato 51% vince a sorpersa il partito del sì. Arriva immediato il video della rasatura, ma anche una sorpresa...

“Dovrei tagliarmi il mio monociglio?”. È iniziato tutto così, con una semplice domanda su Twitter, pubblicata sul suo profilo social il 28 marzo. Solo che il monociglio è quello più famoso al mondo dopo quello di Frida Kahlo e a fare la fatidica domanda ai propri tifosi è proprio Anthony Davis, uno dei candidati MVP della stagione NBA in corso. Fin dai tempi di Kentucky lo slogan “Fear the Brow” (prontamente brevettato) invitava gli avversari di AD ad aver “paura del monociglio”, il tratto fisico più distintivo del talento nato e cresciuto a Chicago e oggi in forza ai New Orleans Pelicans. La domanda sull’opportunità o meno di intervenire esteticamente sulle proprie sopracciglia ha scatenato il popolo della rete, che ha risposto in massa con oltre 630.000 commenti su Twitter. Incredibilmente divisi in due fazioni quasi equivalenti: a spuntarla infatti per una manciata di voti è il partito del sì, che evidentemente è curioso di vedere un piccolo cambiamento nel look dell’All-Star dei Pelicans. Che, preso atto dei risultati del sondaggio, accetta di comportarsi di conseguenza e si presenta – telecamera accesa – con un asciugamano sulle spalle e un rasoio in mano. “Sto per fare un cambio drastico nella mia vita – annuncia Davis parlando direttamente ai suoi tifosi, responsabili primi della novità – e volevo che voi fosse ne faceste parte perché ci pensavo da tanto e sentivo di aver bisogno di un cambiamento”. E così, spalmata un po’ di schiuma da barba sulla parte centrale del suo monociglio, Davis avvicina il rasoio al viso, prima che il video si interrompa per mostrare poi il n°23 dei Pelicans fresco di nuovo look: “Mi piace, sono soddisfatto – dice, prima di annunciare al mondo – un nuovo AD e un nuovo sopracciglio”. Un cambiamento forse pensato anche per invertire la rotta in un momento non facile per la sua squadra, reduce da tre sconfitte consecutive e attesa in campo nella serata del 1 aprile contro Oklahoma City. 

Una data sospetta…

Contro i Thunder invece, nonostante i 25 punti e 11 rimbalzi di Davis, arriva la quarta sconfitta in fila ma la partita dei Pelicans è anche la prima occasione di vedere all’opera l’All-Star n°23 con il nuovo look. Solo che il suo look quando scende in campo contro Russell Westbrook e compagni non è assolutamente cambiato e la data della gara – in calendario il primo aprile, appunto – spiega tutto. Davis si è divertito a organizzare un meraviglioso pesce d’aprile a tutti i suoi tifosi, confermato infatti da un tweet dello stesso giocatore: “Dai, ragazzi, sono sicuro che nessuno di voi pensava realmente che me lo sarei tagliato!!!”, seguito dall’hashtag #PesceD’aprile. “Vi ho preso in giro”, il commento divertito di Davis. Che però si sta divertendo meno nel vedere la propria squadra precipitare in classifica e mettere a rischio la partecipazione ai playoff: Denver ora è a una sola gara di distanza per l’ottavo e ultimo posto. Per centrare la postseason e dare un senso alla stagione c’è bisogno del vero monociglio: impossibile pensare che Anthony Davis potesse farne a meno. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche