Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, doppia gara-7 per andare in finale: è solo la terza volta, non succedeva dal 1979

NBA

Per la prima volta dai tempi della doppia sfida tra Washington-San Antonio a Est e Seattle-Phoenix a Ovest nei playoff 1979 le due finali di conference hanno entrembe bisogno della settima e decisiva gara per stabilire chi giocherà per l'anello in finalissima

I 46 punti di LeBron James in gara-6 contro Boston e i 35 con 9 triple a segno di Klay Thompson contro Houston hanno (per il momento) salvato la stagione di Cavs e Warriors e rimandato a gara-7 il verdetto delle due finali di conference, tanto a Est quando a Ovest. Occorrerà aspettare domenica notte per la settima partita in programma al TD Garden, e poi lunedì notte per quella al Toyota Center prima di conoscere i nomi delle due finaliste NBA, con gara-1 della serie per il titolo in calendario giovedì. Per ritrovare un equilibrio del genere tra le quattro squadre chiamate a giocarsi l’anello occorre tornare al 1979, la bellezza di 39 anni fa. Allora le due semifinali di conference vedevano impegnate Washington e San Antonio nella Eastern (…) Conference e Seattle e Phoenix nella Western. Gli allora Bullets vinsero di soli due punti la gara-7 contro gli Spurs, 107-105, grazie ai 37 punti di Bob Dandridge e ai 25 di Elvin Hayes; i Supersonics, invece, ebbero la meglio dei Suns in un’altra gara super equilibrata, vinta 114-110 con 33 punti di Jack Sikma, 29 di Gus Williams e 26 di Dennis Johnson. Le due gare-7 di finale di conference videro dunque la vittoria di entrambe le squadre di casa, precedente storico che dovrebbe far piacere a Boston e Houston. Nella storia della NBA – 1979 a  parte – esiste un altro solo caso di finali di conference (ma al tempo si chiamavano Division, sempre Eastern e Western) entrambe chiuse alla settima gara. Nel 1963, con una NBA che contava un totale di sole nove squadre, in finale a Est arrivarono i Boston Celtics contro i Cincinnati Royals mentre a Ovest la sfida vide di fronte Los Angeles Lakers e St. Louis Hawks. I 47 punti di Sam Jones per Boston (il cui attacco segnò 142 punti) piegarono allora la resistenza di un Oscar Robertson da 43 e dei suoi Royals in gara-7, mentre a Ovest le doppie doppie di Elgin Baylor (35 con 15 rimbalzi) e Jerry West (27 con 11) guidarono i Lakers in finale NBA. Anche in questo caso a uscire vincenti dalle due gare-7 di finale di division furono le squadre col vantaggio del fattore campo. Per la terza volta nella storia della lega, quindi, quattro squadre si giocano l’accesso a una finale NBA in 48 minuti: Boston vs. Cleveland e Houston vs. Golden State. Nella boxe si dice fuori i secondi, ma stavolta si applica alla perfezione anche al parquet. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche