12 giugno 2018

NBA, Niente Raptors per Ettore Messina: è Nick Nurse il nuovo allenatore di Toronto

print-icon

La franchigia canadese, dopo aver considerato due nomi "internazionali" come Ettore Messina e Sarunas Jasikevicius per il ruolo di capo allenatore, ha deciso invece di orientarsi per la scelta interna, promuovendo in panchina l'assistente di coach Casey Nick Nurse

Anche l’ultima panchina NBA è ora assegnata: erano rimasti solo i Toronto Raptors a dover indicare la propria nuova guida tecnica per la prossima stagione, dopo il licenziamento (dopo il 4-0 subìto ai playoff da Cleveland) di coach Dwane Casey, e il nome adesso è confermato. Ad allenatore i canadesi a partire dal prossimo anno ci sarà Nick Nurse, primo assistente dello stesso Casey e scelta interna, di continuità col passato (vincente), evidentemente preferita dal presidente Masai Ujiri a quelle maggiormente di rottura di Ettore Messina e Sarunas Jasikevicius, entrambi a lunghi associati alla panchina dei Raptors. Dove Nurse negli ultimi cinque anni ha rivestito compiti principalmente offensivi, di una carriera che lo ha visto esibirsi in panchina fin dalla giovanissima età di 23 anni, guida tecnica del Grand View College (il più giovane di sempre nel mondo del college basketball USA). Dal 1996 per 11 stagioni Nurse ha insegnato pallacanestro in Inghilterra, vincendo nove titoli e due premi di allenatore dell’anno britannici. Premio che poi si è aggiudicato per altre due volte anche nel suo Paese, rientrato in patria per allenatore nella G League (allora ancora D-League): allenatore dell’anno nel 2011 alla guida degli Iowa Energy, in quello stesso anno guida la squadra alla vittoria in campionato, poi bissata anche alla guida dei Rio Grande Valley Vipers solo due anni più tardi, nel 2013. Con anche un’esperienza olimpica nel suo curriculum vitae – assistente sulla panchina britannica a Londra 2012 – Nurse è stato scelto per dare ai Raptors una diversa guida tecnica ma anche una continuità che si spera essere anche di risultati, visto le ultime stagioni sempre vincenti della squadra di DeRozan e compagni. La sua promozione a head coach manda in fumo la speranza di vedere il primo capo-allenatore italiano su una panchina NBA: Ettore Messina era considerato l’altro finalista nella corsa al posto, ma esattamente come successo nel caso di Milwaukee (con la panchina affidata poi a Mike Budenholzer) il testa a testa finale non lo ha premiato, frustrando ancora una volta il legittimo desiderio di uscire dall’ombra di coach Popovich a San Antonio per meritarsi finalmente una panchina tutta sua anche nella NBA. 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi