Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Bill Russell "saluta" Charles Barkley facendo il gesto del dito medio

NBA

Lo storico giocatore dei Celtics è stato il protagonista dell’episodio più esilarante dello show in cui sono stati consegnati i premi della stagione 2017/18: ringraziato da Barkley sul palco, Russell non ha esitato (nonostante le telecamere) a scherzare con uno dei tanti amici NBA

Così come lo scorso anno, in una cerimonia che non ha regalato grandi colpi di scena (i premi come previsto sono andati a tutti i favoriti della vigilia, da James Harden MVP a Ben Simmons Rookie dell'anno), è stato Bill Russell a fare notizia come sempre a modo suo. Dodici mesi fa ricevette sul palco il tributo di alcuni dei migliori lunghi della storia del Gioco, che in maniera bonaria mise in riga sottolineando che “avrebbe preso a calci nel sedere” tutti quanti sul parquet. Per restare nella memoria di tutti questa volta invece gli è bastato essere inquadrato in prima fila, mentre davanti le telecamere a favore di pubblico c’erano Kareem Abdul-Jabbar e Charles Barkley. Dialogo fitto tra i due, con l’ex giocatore dei Phoenix Suns che nel suo discorso si è rivolto verso la leggenda dei Celtics, ringraziandolo e chiamando dunque l'immancabile stacco da parte della regia su di lui in prima fila. Russell con tanto di telecamera puntata sul suo faccione ha sorriso alle parole d’elogio, sornione nell’alzare il dito medio nei confronti di Barkley in tono chiaramente scherzoso. Un gesto intimo tra i due, diventato in maniera involontaria di dominio pubblico. La platea è scoppiata in una risata contagiosa che non ha fatto passare di certo inosservato quanto accaduto, nonostante fosse chiaramente qualcosa fuori dal cerimoniale. Alla fine dello show di premiazione, il plurititolato campione NBA si è scusato sui social in tono ironico, lasciando intendere quali fossero le sue intenzioni: "Chiedo scusa a tutti, ho dimenticato di essere in diretta TV e al tempo stesso non posso farne a meno ogni volta che vedo Charles. È questione di puro istinto". Sì, essere Bill Russell vuol dire anche questo: far vedere il dito medio a proprio piacimento a chiunque sia venuto dopo di lui. Non la prima volta che la leggenda dei Celtics è apparsa in pubblico salutando in questo modo un collega più giovane: qualche mese fa, pizzicato in prima fila da Kevin Garnett seduto di fianco a Chauncey Billups, fece lo stesso tipo di saluto verso l’ex giocatore di Celtics e T’Wolves che gli puntava contro la fotocamera del suo smartphone, diventando anche in quel caso virale. Stavolta, visto il palcoscenico, non c'è stato bisogno neanche di un post su Instagram.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche