05 dicembre 2018

NBA, Utah-San Antonio 139-105: i Jazz spazzano via gli Spurs, 5 punti per Belinelli

print-icon

Un’altra sconfitta con oltre 30 punti di scarto per i San Antonio Spurs, travolti dal massimo stagionale degli Utah Jazz che riabbracciano Kyle Korver davanti al pubblico di casa. Per Marco Belinelli ci sono 5 punti con 5 tiri, ma i playoff si allontano ancora di più

RISULTATI DELLA NOTTE: DONCIC FA LA STELLA E DALLAS BATTE PORTLAND

Utah Jazz-San Antonio Spurs 139-105

La vittoria contro i Portland Trail Blazers non ha sanato i problemi dei San Antonio Spurs, che per la terza volta nelle ultime quattro gare hanno subito una sonora sconfitta contro una diretta rivale per i playoff. Dopo il -39 di Minneapolis e il -31 contro Houston, a Salt Lake City è arrivato un altro -34 che di sicuro non farà piacere a coach Gregg Popovich, che ha solo due giocatori in quintetto sopra la doppia cifra con i 16 punti a testa di DeMar DeRozan e LaMarcus Aldridge. Il problema però non è l’attacco, quanto piuttosto la difesa: i neroargento hanno concesso il massimo stagionale agli avversari facendoli tirare sopra il 60% sia dal campo che da tre punti, concedendo un inaccettabile 20/33 dalla lunga distanza agli avversari. Per Marco Belinelli ci sono 5 punti e 3 assist con 1/5 al tiro in 23 minuti in uscita dalla panchina, con l’unica nota positiva per la serata dei texani che è arrivata dal massimo in carriera da 20 punti di Jakob Poeltl, spinto a fare bene dall’aria di “casa” avendo giocato al college a Utah. 

Gli Spurs sono riusciti al massimo a portarsi sul -14 nel corso del terzo quarto, ma due triple in fila di Donovan Mitchell e Joe Ingles hanno aperto un solco di 25 punti da cui gli ospiti non hanno più tentato di riemergere. I Jazz hanno potuto così festeggiare al meglio il ritorno a Salt Lake City di Kyle Korver, uno dei sette giocatori in doppia cifra con 15 punti in 15 minuti e 3/4 da tre punti, superato solo dai 20 di Donovan Mitchell e i 18 con 10 rimbalzi di Rudy Gobert. Questo successo rappresenta una boccata d’aria per i Jazz, che in casa non vincevano da quasi un mese complici le tante partite disputate in trasferta: nessuno in questa annata ha giocato fuori casa tanto quanto loro, impegnati per 16 volte lontano dallo Utah dove invece hanno un record di 3 vittorie e 6 sconfitte. Ritrovare il fortino di casa è un imperativo assoluto per la squadra di coach Snyder se vuole tornare a giocarsi i playoff, distanti ora una partita e mezza.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi