Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, gli Oklahoma City Thunder ritirano la maglia numero 4 di Nick Collison

NBA

I Thunder hanno annunciato che il prossimo 20 febbraio ritireranno la numero 4 di Nick Collison, prima maglia nella storia della franchigia da quando si è trasferita da Seattle. "La sua storia con questa organizzazione è unica" ha detto il General Manager Sam Presti

PAUL GEORGE: VIAGGIO DENTRO LA SUA STAGIONE SPAZIALE

Un giorno sul soffitto della Chesapeake Arena di Oklahoma City verrà appesa come minimo la maglia numero 0 di Russell Westbrook, e se i rapporti torneranno cordiali nel prossimo futuro potrebbero fargli compagnia anche la 35 di Kevin Durant o, chissà, anche la 13 di James Harden. Ma nessuna delle tre sarà la prima ritirata per un giocatore dei Thunder, perché quell’onore verrà riservato il prossimo 20 marzo alla numero 4 di Nick Collison. L’ex lungo di OKC, ritiratosi lo scorso maggio dopo 15 anni di onorata carriera NBA, verrà celebrato in occasione della gara interna contro i Toronto Raptors diventando il primo giocatore dei Thunder a veder ritirato il suo numero. "Sono elettrizzato che Nick sia il primo a ricevere questo onore" ha detto il proprietario Clay Bennett, colui che ha portato la franchigia da Seattle a Oklahoma City. "Si è imposto come parte della costruzione di questa comunità e di questa organizzazione, dimostrandosi un esempio di impegno, lavoro e autenticità. Congratulazioni Nick”. "La sua carriera è stata unica per il modo in cui ha aiutato a definire gli standard di etica del lavoro, altruismo, senso civico e professionalità in un’organizzazione che cominciava da zero" ha continuato il General Manager Sam Presti. "Come giocatore di ruolo, è stato un modello per tutti i Thunder con la sua affidabilità sia nel successo che nelle avversità, meritandosi il rispetto dei compagni e dei membri dell’organizzazione. È giusto che Nick continui il suo rapporto così unico con questa franchigia diventando il primo a vedere il suo numero ritirato". 

La strana storia del suo passato "dimenticato" a Seattle

Tecnicamente i Thunder avrebbero ereditato dai Supersonics la loro storia e i loro record, quindi anche le sei maglie ritirate a Seattle per Gus Williams (#1), Nate McMillan (#10), Lenny Wilkens (#19), Spencer Haywood (#24), Fred Brown (#32) e Jack Sikma (#43) - tanto è vero che quei numeri non possono essere utilizzati dai giocatori di OKC. Nonostante sia passato un decennio, però, l’argomento è ancora taboo nell’Oklahoma e di Collison viene ricordata solamente la sua carriera in maglia Thunder: nel comunicato stampa pubblicato sul sito, ad esempio, non si fa riferimento in nessun modo alla vecchia franchigia, neanche per averlo scelto nel Draft del 2003 con la 12^ scelta assoluta in uscita da Kansas o sottolineando che delle sue 910 partite in NBA più di un terzo (308) è stato disputato con il verde smeraldo addosso. Collison rimane comunque "Mr. Thunder", l’unico giocatore insieme a Russell Westbrook ad aver vissuto tutti i primi dieci anni della franchigia a OKC, ritirandosi nella top-6 della storia dei Thunder per partite giocate (602, secondo), assist (638, quarto), stoppate (258, quarto), rimbalzi (2.561, quinto), recuperi (296, sesto) e punti (2.846, sesto). E il prossimo 20 marzo verrà giustamente celebrato per la sua storia così unica con la franchigia dell’Oklahoma, che ha aiutato a costruire con la sua presenza affidabile e inscalfibile.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.