Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Milwaukee-Boston 98-97: Antetokounmpo da MVP, i Bucks superano i Celtics

NBA

Guidati dai 30 punti con 13 rimbalzi di Giannis Antetokounmpo, i Milwaukee Bucks battono i Boston Celtics in un finale tiratissimo deciso da una tripla di Khris Middleton. Ai biancoverdi non bastano i 22 di Kyrie Irving, che ha sbagliato il tiro della possibile vittoria

LEBRON SUONA LA CARICA, INGRAM RISPONDE: HOUSTON VA KO

RISULTATI DELLA NOTTE: WARRIORS SALVI CONTRO I KINGS, VINCONO SIXERS E BLAZERS

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

Se questo è l’antipasto dei playoff nella Eastern Conference, è meglio prepararsi a mesi infuocati tra aprile e maggio. La sfida tra Milwaukee Bucks e Boston Celtics è arrivata punto a punto fino all’ultimo minuto, quando è stata una tripla di Khris Middleton a spezzare la parità 32.5 secondi dalla fine. Kyrie Irving ha risposto subito andando a segno da breve distanza, e sul possesso successivo la difesa di Boston è riuscita a forzare una palla contesa che ha portato alla violazione di 24 secondi dei Bucks nonostante il tentativo di tap-in di Brook Lopez a 2 decimi dalla sirena. Con 3.5 secondi da poter giocare, i Celtics hanno messo la palla nelle mani di Kyrie Irving che però non è riuscito a firmare il canestro del sorpasso, dando la vittoria ai padroni di casa. Il leader, neanche a dirlo, è stato ancora una volta Giannis Antetokounmpo, che ha segnato 12 dei suoi 30 punti nel solo ultimo quarto e ha aggiunto 13 rimbalzi, 6 assist e 2 stoppate (una clamorosa in rimonta su Jayson Tatum) con 11/19 dal campo e 7/10 ai liberi, seguito da altri tre compagni in doppia cifra come Middleton a 15+13 (massimo stagionale a rimbalzo), i 15 di Malcolm Brogdon e i 10 di Brook Lopez. Da segnalare anche gli 8 punti in uscita dalla panchina di Nikola Mirotic, al suo debutto con la maglia dei Bucks, e l’impatto positivo di Ersan Ilyasova con 9 punti e +13 di plus-minus in meno di 12 minuti di gioco, chiusi con 4/4 al tiro. 

Irving 22 con 27 tiri, Boston torna al quinto posto

Ai Celtics rimane il rammarico di non essere riusciti a vincere una partita in cui erano andati subito sul +11 a metà primo quarto, con cinque giocatori in doppia cifra guidati dai 22 di Irving (10 solo nell’ultimo quarto, ma anche 9/27 al tiro) e dai 21 con 17 rimbalzi di Al Horford. Con i biancoverdi privi di Gordon Hayward per una distorsione alla caviglia procuratasi in allenamento, gli altri giocatori in doppia cifra stono stati Jayson Tatum con 17+10 e Jaylen Brown con 15, a cui si è aggiunto Marcus Morris con 11. Pur in una serata da 38% al tiro, i Celtics sono riusciti ad avere il tiro della vittoria su uno dei campi più difficili della NBA, e per questo possono essere ottimisti: “Abbiamo messo la palla nelle mani di Kyrie, che è quello che volevamo. Penso che ci siamo messi in una buona posizione” ha detto Horford, mentre il diretto interessato ha avuto un approccio più filosofico: “Succede. Fa tutto parte della prima gara dopo una pausa, che serve sempre per rimettersi in ritmo”. Con la contemporanea vittoria di Philadelphia contro Miami i Celtics scivolano di nuovo al quinto posto nella Eastern Conference, mentre per i Bucks si tratta della 15esima vittoria nelle ultime 17 gare, raggiungendo quota 44 vittorie — il totale realizzato in tutta la scorsa regular season.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche