Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Ivica Zubac ex avvelenato: "Clippers sempre concentrati, Lakers no"

NBA

Alla vigilia della sfida playoff tra Lakers e Clippers, l’ex Ivica Zubac ha parlato di cosa è cambiato dopo il suo passaggio da una sponda di L.A. all’altra: “Ai Lakers ogni partita era tirata, ai Clippers siamo concentrati e ogni possesso conta”

GALLINARI: "NOI MEGLIO DEI LAKERS, ORA SFIDIAMO LEBRON"

Il derby di Los Angeles di questa notte tra i Lakers e i Clippers promette di essere uno spartiacque definitivo per la stagione di entrambe. Con una vittoria dei Clippers e una sconfitta dei Lakers, il distacco tra le due salirebbe a cinque partite e mezzo, quasi insormontabili a questo punto della regular season. Al contrario, una vittoria dei gialloviola potrebbe riaprire un minimo il discorso playoff, anche se il vantaggio di Danilo Gallinari e soci rimane consistente. C’è un giocatore in particolare per il quale questa partita sarà speciale: fino a poche settimane fa Ivica Zubac era un giocatore dei Lakers, ma negli ultimi giorni del mercato è stato ceduto ai cugini diventandone subito il centro titolare. “Non vedo l’ora, sono motivato” ha raccontato il 21enne, che in maglia Clippers sta viaggiando a 8.6 punti e 7.7 rimbalzi di media mentre dall’altra parte Mike Muscala fa fatica a entrare in rotazione. “Sono una squadra pericolosa, sono in lotta per i playoff ed è una delle partite più importanti della stagione per loro, perciò dobbiamo essere pronti e concentrati. Sappiamo cosa vogliamo fare, dobbiamo solo giocare in maniera intelligente e togliere loro le loro soluzioni migliori”. Chissà che non possa dare qualche indicazione al suo allenatore Doc Rivers per preparare la partita al meglio, anche perché dalle sue parole si capisce che qualcosa ancora non gli è andato giù di come è finita la sua avventura con i gialloviola: “So come giocare contro di loro, come farli faticare: sono contento di giocare contro i Lakers per la prima volta nella mia carriera. Ho tanti amici, mi dispiace vederli perdere ma ogni loro sconfitta è un bene per noi, nella NBA va così. Ho visto quasi tutte le loro partite e ogni volta che li ho guardati mi sono detto: ‘Se fossi ancora lì, potrei dar loro una mano e fare la differenza in campo’. Ma non sono più la mia squadra”. Soprattutto, Zubac ha spiegato qual è la differenza tra le due squadre: “Quando ero con loro, ogni partita era tirata fino all’ultimo. Ora con questa squadra siamo sempre concentrati, e ogni possesso conta contro ogni squadra”. Una frecciata in grado di accendere un derby che si preannuncia fondamentale in ottica playoff.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.