Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Portland-OKC 121-129 OT: Westbrook vince il duello con Lillard, successo Thunder

NBA

Spinti dai 37 punti di Russell Westbrook e dai 32 di Paul George, gli Oklahoma City Thunder resistono a un Damian Lillard da 51 e vincono la quarta partita stagionale contro i Portland Trail Blazers, superati dopo un supplementare. Decisiva la rocambolesca espulsione per doppio tecnico di Jusuf Nurkic in chiusura dei regolamentari

I BUCKS TORNANO A VINCERE

VIDEO. GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

Portland Trail Blazers-Oklahoma City Thunder 121-129 OT

Se c’è una costante quando si incontrano Blazers e Thunder è che la partita non sarà mai noiosa. L’altra costante, almeno in questa stagione, è che alla fine è sempre Oklahoma City a uscirne vincente: per la quarta volta su quattro Russell Westbrook e Paul George sono riusciti a battere i rivali di division, prendendosi anche il terzo posto solitario nella Western Conference con mezza partita di vantaggio su Houston e una piena sui rivali di serata, con i quali avevano lo stesso record di 39-25. Un successo arrivato al termine di una gara combattutissima e piena di episodi controversi, a partire da quello che ha mandato la risoluzione della sfida al supplementare. Arrivati appaiati negli ultimi 30 secondi di gioco a quota 111-111, i Thunder sono riusciti a segnare con un canestro da rimbalzo offensivo di Terrance Ferguson a 13’’ dalla fine, abile a ribadire a canestro un errore di Paul George che nell’avvicinarsi a canestro aveva colpito con un gomito il volto di Jusuf Nurkic.

Nurkic espulso per doppio tecnico: l'episodio chiave

I due sono stati protagonisti dell’episodio chiave della gara anche nella metà campo difensiva: il centro bosniaco dei Blazers ha catturato il rimbalzo d’attacco ed è stato mandato in lunetta per due liberi, ma nell’allontanarsi da canestro si è andato a scontrare con George in un testa-contro-testa. Abbastanza da spingere gli arbitri a fischiare doppio tecnico e, visto che Nurkic ne aveva già preso uno per uno scontro con Russell Westbrook, a decretare l’espulsione del numero 27 dei Blazers. A quel punto, secondo il regolamento della NBA, è la panchina degli avversari a poter scegliere chi va a battere i liberi, e coach Billy Donovan ha indicato correttamente Skal Labissiere, il quale ha sbagliato subito il primo libero a disposizione e poi ha mancato volutamente il secondo per dare una chance ai suoi a 4.4 secondi dal termine. Sul rimbalzo Westbrook è stato il primo di tutti ad avventarsi sul pallone, ma alle sue spalle è stato fischiato un fallo a Markieff Morris su Al-Farouq Aminu nella lotta per il pallone: l’ala dei Blazers al contrario di Labissiere non ha sbagliato, pareggiando a quota 113. Sul possesso successivo Westbrook ha poi commesso la più sanguinosa delle sue otto palle perse, ma Damian Lillard — senza più timeout a disposizione — non è riuscito a produrre altro che una preghiera da metà campo che non è stata ascoltata.

Westbrook decisivo nel supplementare

Nel supplementare sono stati i Blazers a partire meglio segnando i primi due canestri, ma da lì in poi hanno sbagliato tutte le altre sette conclusioni tentate e i Thunder ne hanno approfittato, cavalcando un grande Westbrook da 8 punti per volare a prendersi la vittoria. Alla fine sono 37 i punti per la stella di OKC con 14/28 al tiro e un ottimo 5/8 da tre punti, aggiungendo anche 7 rimbalzi pur distribuendo solo 3 assist (suo minimo stagionale) e le già citate otto perse. Ad accompagnarlo ci sono i 32 di Paul George, che ha aggiunto anche 14 rimbalzi e un ottimo 17/20 ai liberi per sopperire al pessimo 7/23 realizzato dal campo con solo una tripla a segno su 9 tentativi. Dall’altra parte, invece, finisce purtroppo nel vuoto una prestazione splendida di Damian Lillard, che ha realizzato il suo massimo stagionale con 51 punti (quinto cinquantello della carriera) con 15/28 al tiro, 3/10 dalla lunga distanza e 18/20 ai liberi ad accompagnare 9 assist. Altrettanto non sono riusciti a fare i suoi compagni, con C.J. McCollum che ha avuto bisogno di 24 tiri per segnare 25 punti e Nurkic a quota 13+17 prima dell’espulsione nel momento cruciale della gara, senza riuscire a controllare i nervi per un contatto del tutto inutile. Se le due squadre in qualche modo si incontreranno ai playoff, c’è da scommettere che ci sarà da divertirsi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.