NBA, L.A. Clippers-Boston 140-115: Gallinari 25, Lou Williams 34 con record

NBA

Quinto successo in fila per la squadra di Danilo Gallinari, che segna 25 punti nella vittoria contro Boston priva di Jayson Tatum. Lou Williams firma 34 punti e diventa il miglior realizzatore della storia NBA uscendo dalla panchina

VIDEO. TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Il momento magico degli L.A. Clippers non accenna a fermarsi, così come la loro scalata nella Western Conference. La squadra di Doc Rivers ha conquistato la quinta vittoria consecutiva grazie a una prestazione convincente ai danni dei Boston Celtics, che hanno mancato la possibilità di chiudere la loro settimana in California con un record immacolato dopo i successi contro Golden State, Sacramento e Los Angeles Lakers. Merito del solito eccellente contributo di Danilo Gallinari, che ha segnato 13 punti nel quarto iniziale e poi ha finito con 25 grazie a un preciso 9/12 dal campo con 4/5 da tre punti e 3/3 ai liberi. Insieme a lui ci sono altri sei compagni in doppia cifra tra cui spiccano i 20 di Montrezl Harrell ma soprattutto i 34 di Lou Williams, grande protagonista di serata. Al sesto uomo dell’anno in carica bastavano infatti 28 punti per superare Dell Curry a quota 11.147 e diventare il giocatore col maggior numero di punti in carriera uscendo dalla panchina, registrando il record all’inizio dell’ultimo quarto tra l’ovazione dello Staples Center e issandosi a 11.153. Una serata da ricordare anche perché si tratta del 29° trentello in carriera entrando a partita in corso, mettendo probabilmente la firma sul secondo premio di sesto uomo dell’anno in fila. “Ogni volta che diventi il migliore di sempre in qualcosa, è sicuramente impressionante” ha commentato coach Rivers. “È straordinario il modo in cui Lou riesce a farlo con le misure che ha e con la frequenza con cui si presenta nel pitturato per finire sopra i lunghi”. Con questo successo e la contemporanea sconfitta di Utah contro Oklahoma City, i losangeleni si portano al sesto posto solitario nella Western Conference, a sole due partite dal quinto occupato da Portland.

Ultima fermata in California per i Celtics

Per i Celtics è stata una serata da dimenticare specialmente nella metà campo difensiva, subendo la bellezza di 140 punti e finendo sotto anche di 30 nel corso dell’ultimo quarto. Una partita che è scappata vita nel corso del secondo quarto, subendo due parziali da 9-0 che hanno permesso ai Clippers si chiudere il primo tempo avanti di 13 lunghezze senza più voltarsi indietro. Con Jayson Tatum fermo ai box per un problema alla spalla (prima partita saltata in carriera per infortunio), a raccoglierne le responsabilità offensive è stato Jaylen Brown con 22 punti, accompagnato dai 26 di Terry Rozier e dai 18 con 11 assist di Kyrie Irving. Questa sconfitta frena la rincorsa dei biancoverdi alle spalle di Philadelphia e Indiana, appaiate allo stesso record (42-25) per il terzo posto nella conference dopo lo scontro diretto di domenica scorsa.

I più letti