Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Danilo Gallinari non si ferma: i Clippers battono anche i Pacers

NBA

Il n°8 azzurro è il miglior realizzatore del match con 24 punti e trascina la squadra di L.A. all'ottava vittoria nelle ultime nove gare. Un successo casalingo che mancava da cinque anni contro i Pacers, sempre più in difficoltà in questo finale di stagione

IMMENSO RUSSELL, RIMONTA DA RECORD DEI NETS

CURRY TRASCINA GLI WARRIORS, LAKERS KO

VIDEO. TUTTI GLI HIGHLIGHTS

L.A. Clippers-Indiana Pacers 115-109

Se vi state chiedendo quale sia la squadra più in forma del momento della Western Conference, e forse dell’intera NBA, la battaglia è ristretta alle due franchigie che possono schierare sul parquet uno dei nostri due azzurri. E così in questo testa a testa playoff, alla vittoria di ieri degli Spurs hanno risposto oggi i Clippers, prendendosi l’ottavo successo nelle ultime nove gare contro i Pacers. Il primo successo casalingo contro Indiana dal dicembre 2014 a oggi. Il miglior realizzatore della squadra di Los Angeles è Danilo Gallinari, autore di 24 punti (settima in fila oltre quota 20, prima volta in carriera) con 8/17 al tiro, quattro triple, tre assist e i soliti 31 minuti che lo rendono il giocatore più utilizzato in una squadra che continua a far ruotare i suoi uomini in maniera chirurgica. Dalla panchina arriva il solito contributo di Montrezl Harrell da 20 punti e 12 rimbalzi, mentre Lou Williams segna meno, ma piazza la zampata quando conta di più: Indiana infatti si rifà sotto a tre lunghezze di distanza e il miglior sesto uomo dell’anno si prende il jumper che a 40 secondi interrompe il 5-0 di parziale Pacers e fa respirare i Clippers. Gli ospiti a quel punto non mollano, ritornano a contatto con Tyreke Evans – 19 punti in uscita dalla panchina per lui - e nel possesso successivo (e decisivo) si affidano a Patrick Beverley che ubriaca con un finta Bojan Bogdanovic e va a prendersi un canestro “alla Harden” che in pochi avrebbero pensato potesse essere nelle sue corde. Il modo miglior per evitare di compromettere una gara in cui i Clippers erano stati avanti anche di 17 punti nel quarto periodo, costringendo i Pacers alla terza sconfitta in fila e al settimo ko consecutivo in trasferta (striscia negativa più lunga degli ultimi due anni). Regalandosi così soprattutto un successo che chiude da un lato definitivamente il discorso playoff – Sacramento nona, dopo la sconfitta clamorosa contro Brooklyn, resta a sette gare di distanza – e apre invece un’elettrizzante corsa al piazzamento: in mezza partita ci sono quattro squadre, dal quinto posto Spurs all’ottavo Clippers. L’obiettivo è non incrociare in alcun modo gli Warriors, ci sarà da divertirsi nelle prossime settimane.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.