Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, il futuro di Nick Young: un reality, Space Jam e una squadra: "Ma solo in California"

NBA

Esplosivo come sempre, l'ex Warriors racconta la sua vita lontana dai parquet, tra un reality intitolato Swaggy's World e la candidatura sul set a fianco di LeBron James: "Se vogliono vendere biglietti, Swaggy dev'essere in Space Jam 2"

VIDEO. NICK YOUNG RICEVE L'ANELLO DI CAMPIONE

LA PARENTESI DI YOUNG A DENVER

È bastato rivederlo pochi minuti insieme ai suoi ex compagni e alla Oracle Arena sono tornati tanti sorrisi. Da quello di Draymond Green a quello di Steph Curry, ma anche Steve Kerr è sembrato godersi il ritorno sulla scena – per ritirare l’anello vinto con gli Warriors lo scorso anno – di Nick Young, più scatenato che mai. “Nick ha la capacità di generare un sorriso sul volto di tutti: è un ragazzo che porta gioia in spogliatoio, per il suo modo di essere, per il modo in cui affronta la vita, giorno dopo giorno”. Anche ora che – dopo solo 4 partite in maglia Denver Nuggets nel corso di questa stagione – la sua vita sembra sempre più lontana dai parquet NBA. Ma non dai riflettori: “Sto lavorando a un reality, sulla mia vita ovviamente”, dice l’ex talento di USC. Il titolo c’è già, “Swaggy’s World”, e lui lo racconta così: “Tutto quello che mi passa per la testa finirà in tv. Probabile che sia per un pubblico adulto…”, aggiunge scherzando. Intanto, lontano dalla NBA – pur senza mai essersi ufficialmente ritirato – Nick Young conduce una vita normale, se normale può mai essere un aggettivo associato all’ex guardia degli Warriors: “Faccio le cose che fa ogni padre, cerco di essere il miglior genitore possibile. Accompagno mio figlio a scuola, porto fuori la spazzatura, mi stanco in fretta di stare attorno a mia moglie, per cui faccio di tutto per uscire di casa, come ogni uomo”, scherza Young. Da losangelino vero, non si muove dalla città degli angeli – al punto che anche senza chiudere la porta a un possibile ritorno in campo, “Swaggy P” detta le condizioni alla sua maniera: “Viaggiare, costringere tutta la mia famiglia a trasferirsi per seguirmi, magari sulla costa Est non fa più per me. Se mi dovesse chiamare una squadra californiana allora sarebbe diverso, sarei disposto a tornare anche in campo. Ma niente di più. Certo, i miei amici e i miei tifosi ci sono rimasti male a non vedermi più in campo, perché amano vedere Swaggy comportarsi da Swaggy. Ma ci sono altri aspetti di me oltre al giocatore di basket”. 

“Space Jam 2? Quando perdono i poteri io possa dare swag a tutti”

Ed è proprio nell’affrontare pubblicamente i suoi progetti futuri, che Nick Young regala le chicche più divertenti, di un futuro tra tv, cinema e sale di registrazione. Reality show a parte, “Swaggy P” non perde occasione per candidarsi a un ruolo in “Space Jam 2”, al fianco di LeBron James: “Se vogliono vendere biglietti al botteghino, devono avere Swaggy nel cast. Quando gli rubano tutti i poteri, possono rivolgersi a me: io posso essere una fonte di swag per tutti, posso dispensarne a tutti in abbondanza”. Per la preoccupazione di Draymond Green, poi, Nick Young promette di far presto parlare di lui anche in campo musicale: da sempre grande amante dell’hip-hop West Coast e grande ammirato di Kanye West, l’ex Warriors aveva annunciato di aver registrato una canzone anti-Green all’inizio dello scorso anno, che però non ha mai visto la luce. Dopo aver giurato di farla uscire dopo il titolo 2018, ora rilancia: “Quest’estate la potrete ascoltare. Draymond se la sta facendo addosso. Sto solo aspettando il momento giusto per registrarla e farla uscire: ho pensato di farlo il giorno in cui si è fidanzato per mandargli a monte la sua storia d’amore”, scherza. O forse no: con Nick Young non si sa mai.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.