Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
31 maggio 2019

NBA Finals, la partita di Drake: la maglia di Dell, gli sfottò con Curry e Green

print-icon

Anche alle Finals il rapper canadese è stato protagonista a bordo campo: presentatosi con la maglia del padre di Steph Curry, nel corso della gara ha avuto accesi scambi sia con il numero 30 che con Draymond Green. Dopo la gara, invece, lo sfottò si è spostato su Instagram

TORONTO SORPRENDE GOLDEN STATE: È 1-0

SIAKAM EROE DI GARA-1: 32 PUNTI

WARRIORS, INFORTUNIO PER ANDRE IGUODALA

Se la NBA sperava che una chiacchierata con i Toronto Raptors potesse fermare Drake a bordo campo, beh, forse si dovrà ricredere. Anche in gara-1 delle finali NBA il rapper canadese, tifoso ed ex ambasciatore dei Toronto Raptors, è stato assoluto protagonista della scena fin dalla sua apparizione, presentandosi alla Scotiabank Arena con una maglia retrò dei Raptors con il numero 30 di Dell Curry. Un messaggio neanche troppo velato nei confronti di Steph, come a dire “Guarda che anche tuo padre è stato dei nostri”, e che ha messo subito in chiaro che Drake non aveva alcuna intenzione di evitare le luci dei riflettori. Poi però è successo quello che la NBA temeva, ovverosia che il rapper entrasse in contatto con i protagonisti in campo: nel corso del secondo tempo Drake ha avuto un’accesa discussione con Steph Curry arrivando a toccargli i capelli, anche se non è stato possibile ricostruire quello che si sono detti. Più facile invece leggere il labiale del “6ix God” mentre Draymond Green e i Golden State Warriors si dirigevano fuori dal campo a seguito della sconfitta: vedendoseli passare davanti e con Green che si è fermato a discutere, Drake infatti non ha mancato di apostrofare i rivali con qualche sfottò, dicendo ad esempio a Draymond che era “spazzatura”. Non contento, Drake si è tolto un’ultima soddisfazione: sul suo profilo Instagram ha condiviso il video di lui che toccava i capelli a Steph Curry (del quale, è bene ricordare, ha un tatuaggio sul braccio insieme a quello di Kevin Durant, prontamente coperto da una fascetta in gara-1) e subito dopo la foto della sua mano con un pelucco sull’indice. “Il pelucco sui capelli di Steph Curry è in vendita sul mio eBay in questo momento!!!” ha scritto commentando la foto. “Username: DraymondNonDovrebbeAvereIl23”. Sarà una lunga serie, con buona pace della NBA.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi