Griffin si ferma: esordio stagionale rimandato

NBA

Fa ancora male il ginocchio del n°23 di Detroit, costretto a saltare le prime settimane di regular season: “Saremo conservativi nell’affrontare il problema. Ascolteremo quello che ci dice il suo corpo”. Prossimi esami previsti a inizi novembre

In molti hanno paragonato l’esplosività di Zion Williamson alla sua e, proprio come il rookie dei Pelicans, anche Blake Griffin sarà costretto a rimandare l’esordio in questa regular season. L’All-Star dei Pistons è ancora alle prese con i problemi al ginocchio e al tendine, una situazione da monitorare con attenzione per evitare ulteriori peggioramenti. Detroit ha comunicato che il giocatore non viaggerà con la squadra a Indianapolis per la gara d’apertura della stagione contro i Pacers, continuando i trattamenti per due settimane. Il prossimo controllo sarà effettuato a inizio novembre, dando quindi per scontato che Griffin salterà di sicuro i primi cinque appuntamenti stagionali in calendario a ottobre. Durante la preseason, l’ex giocatore dei Clippers è sceso in campo in due sfide, prima di restare in panchina nelle ultime tre. Unitosi soltanto parzialmente al gruppo negli allenamenti del training camp, era chiaro già da giorni che difficilmente avrebbe ritrovato la condizione migliore in breve tempo: “È ancora dolorante, dobbiamo monitorare giorno per giorno senza fare programmi”, sottolinea coach Casey, che tanto avrebbe bisogno delle giocate del suo leader sul parquet. “Saremo molto conservativi nell’affrontare l’infortunio, ascolteremo qualsiasi cosa il suo corpo di dirà”. Per Detroit quindi la stagione inizia già in salita, tenendo conto dei vari acciacchi anche di Reggie Jackson e Markieff Morris. Defezioni in un gruppo in cerca di un’identità e di una chimica necessaria per provare a far fronte alle tante squadre più attrezzate da affrontare nella Eastern Conference.

I più letti