Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, taglio agli stipendi del 20% per il commissioner Adam Silver e i top manager NBA

NBA

Lo riporta ESPN, ma la notizia trova una conferma - seppur non ufficiale - dal portavoce della lega, che parla di "piccoli passi necessari a contenere il duro impatto economico" dello stop legato all'epidemia di coronavirus

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

I primi impatti economici-finanziari dello stop dovuto all’epidemia di coronavirus iniziano a farsi sentire: secondo quanto riporta ESPN, infatti, il commissioner Adam Silver, il vice-commissioner Mark Tatum e un centinaio dei manager di primo livello NBA sparsi negli uffici di tutto il mondo (soprattutto a New York ma anche all’estero) hanno scelto una riduzione del 20% sul loro stipendio base annuale. Pur non confermando ufficialmente la notizia, un portavoce della lega ha ammesso che “in tempi come questi, davvero singolari, al pari di quello che hanno già fatto altre aziende anche la NBA è costretta a prendere piccoli passi per attutire il duro impatto economico verso il nostro business”. Anche la lega di hockey, la NHL, aveva già adottato una misura del genere, mentre solo pochi giorni fa, quando la proprietà dei Philadelphia Sixers aveva annunciato un taglio simile ai propri dipendenti con busta paga superiore ai 50.000 dollari annui, la violenta reazione — soprattutto online — aveva portato al blocco di tale provvedimento. Anche in questo caso, però, i manager più in alto in gerarchia, come ad esempio il GM Elton Brand, aveva accettato volontariamente tale riduzione

NBA: SCELTI PER TE