Please select your default edition
Your default site has been set

Coronavirus, Ray Allen si fa crescere i capelli e sfida LeBron James

SOCIAL
Instagram
ray_allen_capelli_instagram

Il miglior tiratore della storia NBA ha deciso di farsi crescere i capelli fino al termine della pandemia che sta colpendo il mondo e ha sfidato “i miei fratelli pelati o che stanno diventando pelati” a fare lo stesso, tra cui l’ex compagno LeBron James e Shaquille O’Neal: "Non c’è niente di sbagliato"

CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Se durante la quarantena in tanti hanno deciso di tagliarsi i capelli da soli in casa, c’è invece chi ha deciso di farseli crescere pur non avendolo mai fatto in vita sua. È il caso di Ray Allen, che sin dai tempi del college ha sempre tenuto i capelli cortissimi e con l’andare del tempo ha optato per rasarsi del tutto, il look con cui è conosciuto in tutto il mondo. Tempi straordinari come quelli che stiamo vivendo richiedono però misure straordinarie e per questo Allen ha deciso di farsi crescere i capelli, testimoniando il tutto sul suo profilo Instagran: “Non avrei voluto postarlo, ma questa è la situazione in cui mi trovo: mi farò crescere i capelli fino a quando il “Rona” non se ne sarà andato!” ha scritto nella descrizione della foto della sua stempiatura. “Per quelli che non lo sanno mi sono tagliato i capelli da solo per tutta la vita, perciò è difficile non metterci mano ma quando riguarderò queste foto ricorderò il Coronavirus”. Allen ha poi citato le parole della sigla dei Jefferson, popolare sitcom a cavallo degli anni ’70 e ’80 in cui il protagonista aveva una stempiatura simile alla sua. Soprattutto, ha poi sfidato “i miei fratelli pelati o che stanno per diventarlo” a farsi crescere i capelli come lui, aggiungendo che “voi sapete a chi mi sto riferendo”. Per non farsi mancare nulla, li ha poi direttamente taggati. Ecco le sue nomination: LeBron James, Richard Jefferson, Carlos Arroyo, Rip Hamilton, Carlos Boozer, Shaquille O’Neal, Stephon Marbury, Damien Wilkins e il comico Chris Spencer. Tra tutti, solo Jefferson ha accettato ma mettendo una condizione (“Devi darmi il momento preciso in cui potrò tagliarli”), mentre altri si sono limitati a ridere (come O’Neal) e altri ancora hanno rifiutato totalmente (come Marbury). Il resto dei commenti sono invece prese in giro per i suoi capelli, che Allen ha accettato di buon grado: “Qualcuno ha scritto che dal mio sopracciglio all’attaccatura dei capelli fanno 16 dollari di viaggio con Uber. È tutta sera che rido alle battute, continuate a mandarmele!”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.