Please select your default edition
Your default site has been set

Space Jam 2: niente Alex Caruso insieme a LeBron James sul set

film

Alex Caruso, la riserva dei Lakers diventata oggetto di culto per molti appassionati NBA sui social (e non solo), ha confermato a Zach Lowe di ESPN che purtroppo, con enorme dispiacere, non farà da comparsa nel sequel del fortunato film girato da Michael Jordan nel 1996

La notizia era iniziata a circolare senza trovare alcun tipo di fondamento nelle parole dei produttori del film e neanche tra i giocatori che hanno già confermato la loro presenza nel cast di “Space Jam 2”. Alex Caruso che scende sul parquet per sfidare (o al fianco, chi lo sa) dei Monstars è stata una suggestione nata dalla volontà di tanti appassionati di vederlo anche al cinema in campo assieme a LeBron James. Il n°23 dei Lakers sarà la star del film - in uscita nell’estate 2021, almeno di non essere costretti a eventuali cambi di programma dettati dall’emergenza coronavirus - mentre Caruso, come tutti noi, non potrà fare altro che attendere l’arrivo della pellicola nelle sale e godersi le “avventure” dei vari Anthony Davis, Damian Lillard, Klay Thompson e Chris Paul. Loro sì che ci saranno, a differenza sua: “No, sfortunatamente non ci sarà alcuna scena, né piccola parte riservata a me in Space Jam 2”, ha raccontato il diretto interessato durante l’intervista con Zach Lowe. “Forse, se il film fosse stato girato tra un paio d’anni, avrei ricevuto una chiamata da parte dei produttori”. Il suo personaggio infatti, più che a livello tecnico (non va oltre i sei punti di media con i Lakers in questa stagione), sta sempre più prendendo piede nelle fasce più giovani degli appassionati NBA - incantati dai suoi highlights, dalle schiacciate e dall’intesa subito nata con LeBron sul parquet. “The GOAT” è diventato un soprannome scherzoso (e fortunato) che lo ha reso uno dei volti alternativi della lega, dei nomi più seguiti e che diventano virali con maggiore facilità: di questo passo davvero in un’eventuale Space Jam 3 potrebbe ricevere una “convocazione”.

NBA: SCELTI PER TE