Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, playoff 2020 e caso Blake: si torna a giocare, in campo al più tardi sabato

CASO BLAKE
©Getty

Dopo il boicottaggio dei Milwaukee Bucks in gara-5 del primo turno di playoff contro gli Orlando Magic, l'incontro della mattinata tra i giocatori ha portato alla decisione di tornare in campo e ricominciare i playoff. Le tre partite previste in giornata sono state rimandate come le tre di ieri: la data individuata per tornare a giocare - da comunicato ufficiale NBA - è una tra domani, venerdì 28, e sabato 29 agosto

1 nuovo post

Il vice-presidente NBA Mike Bass comunica ufficialmente la posizione della lega: “Le gare di playoff di oggi non verranno disputate come da calendario iniziale. Speriamo di poter tornare in campo venerdì o sabato. Per discutere i prossimi passi da prendere, è stata organizzata nel tardo pomeriggio [americano, ndr] una video conference call tra un gruppo di giocatori, i dirigenti di 13 squadre presenti a Orlando, dirigenti della NBPA e della NBA oltre che al chairman dell’NBA Labor Relations Committee Michael Jordan” 

La posizione ufficiale della NBA
- di daniele.caiola
Terminato il loro primo meeting, i proprietari si riuniranno di nuovo nella notte italiana per studiare il modo migliore per aiutare i giocatori a raggiungere i loro obiettivi, ma anche per discutere del nuovo calendario che dovrà presto essere annunciato
- di daniele.caiola
"Ora come ora, è meglio ascoltare piuttosto che parlare". Queste le parole pronunciate da Michael Jordan nell'incontro tenuto dai proprietari NBA, con l'ex campione dei Bulls (e oggi proprietario degli Hornets) deciso a permettere la massima libertà di espressione ai giocatori. Jordan, come la stragrande maggioranza dei proprietari, nel corso del meeting si è detto in favore della continuazione della stagione NBA
- di daniele.caiola
Dopo essere stato per anni dietro le quinte, appare sempre più importante il ruolo di Michael Jordan. Nelle vesti di proprietario - l'unico nero in tutta la NBA - degli Charlotte Hornets (nonché chairman del Labor Relations Committee voluto dalla NBA), secondo quanto raccontato da Jackie MacMullan la sua opinione è emersa come "voce della ragione" durante il meeting tenuto dai proprietari NBA. Prima del quale, però, lo stesso MJ aveva voluto confrontarsi con Chris Paul e Russell Westbrook, due figure di spicco della NBPA
- di daniele.caiola
LeBron James fa sempre notizia, ancora di più quando il suo nome (secondo quanto riportato) era fra quelli dei giocatori pronti a lasciare la bolla senza terminare la stagione. Oggi però, come riporta The Athletic, emerge una dinamica leggermente diversa: il voto all'interno dei Lakers (sul proseguire o meno il campionato) non sarebbe stato unanime e allora la squadra si sarebbe rivolta naturalmente al suo leader, pronta a seguirne le indicazioni. Solo allora James avrebbe abbandonato il meeting di ieri "per dormirci sopra e arrivare a una decisione". Che oggi, poi, è stata annunciata: lui, i Lakers e tutte le squadre nella bolla torneranno in campo. O domani o sabato
- di daniele.caiola
Anche i Boston Celtics, via Twitter, rendono ufficiale il posticipo di gara-1 della serie di semifinale di conference contro Toronto
Il tweet dei Celtics
- di daniele.caiola
Il presidente USA Trump, nell'elogiare l'operato dalla Guardia Nazionale a Kenosha, in Wisconsin, ha commentato anche le proteste NBA usando toni tutt'altro che morbidi per la lega di Adam Silver: "Ormai è diventata come un'organizzazione politica"
- di daniele.caiola
Anche i Denver Nuggets, che avrebbero dovuto scendere in campo contro gli Utah Jazz per la quinta gara della loro serie, ufficializzano il rinvio della gara attraverso il loro account Twitter
La comunicazione dei Denver Nuggets
- di daniele.caiola
Intanto un giocatore che (causa infortunio) ha già lasciato la bolla, Damian Lillard, ha commentato in toni positivi la gioia di poter finalmente essere tornato in famiglia: "Qualcosa che fa bene alla mia anima"
Damian Lillard con suo figlio
- di daniele.caiola
Intanto fanno discutere le parole del proprietario degli Houston Rockets Tillman Fertitta, che ai microfoni di CNBC ha fatto riferimento allo stop NBA come a "una pausa" e non a un boicottaggio. Fertitta, notoriamente vicino al presidente USA Donald Trump, ha però criticato le parole dell'inquilino della Casa Bianca ("La NBA è diventata troppo politicizzata, non va bene") replicando: "Tutti hanno diritto a esprimere la propria opinione. Non credo che queste dichiarazioni del presidente siano da lodare - anzi, le trovo deludenti
- di daniele.caiola
Ufficiale quindi: niente pallacanestro in data 27 agosto, nella nottata italiana. Altre tre gare posticipate - Utah-Denver, Toronto-Boston e Dallas-L.A. Clippers - in attesa di un ritorno in campo o venerdì o sabato
- di daniele.caiola
Se le indiscrezioni dovessero trovare conferma, la cosa più probabile è che sabato si disputeranno le tre gare posticipate nella giornata di ieri, ovvero Milwaukee-Orlando, Houston-Oklahoma City e L.A. Lakers-Portland. Ma nulla è ancora confermato
- di daniele.caiola
Ora anche l'insider ESPN Adrian Wojnarowski parla di "discussioni ancora in corso ma aspettative comuni per un ritorno in campo delle squadre NBA nella giornata di sabato", e un nuovo calendario che sarà finalizzato nel corso della serata
- di daniele.caiola
Arriva anche la notizia - sempre da Keith Pompey - che neanche la WNBA (come ormai è certo la NBA) vedrà in campo le proprie squadre nella giornata di oggi
- di daniele.caiola
Chris Mannix di Sports Illustrated raccoglie la voce (anonima) di un giocatore, per cui fermarsi una sola gara "non ha un reale significato, è solo un gesto simbolico: occorre fare di più"
- di daniele.caiola
Iniziano a filtrare le prime indiscrezioni sul calendario futuro dei prossimi incontri: secondo Tania Ganguli, gara-5 tra Los Angeles Lakers e Portland Trail Blazers si svolgerà sabato 29 agosto. I dettagli, però, devono essere ancora finalizzati
- di daniele.caiola
Secondo Keith Pompey, giornalista che segue i Philadelphia 76ers, la NBA tornerà in campo sabato (e non domani)
- di daniele.caiola
I Dallas Mavericks attraverso il loro account ufficiale su Twitter annunciano che gara-6 della loro serie di playoff contro i Clippers è ufficialmente posticipata
- di daniele.caiola
Il tweet dei Dallas Mavs
Il tweet dei Dallas Mavs
- di daniele.caiola
Il giorno dopo sembra restare un po' di "fastidio" tra diversi giocatori NBA per il comportamento tenuto dai Milwaukee Bucks, responsabili di una fuga in avanti che ha sorpreso tutti, altre squadre e giocatori NBA compresi. Chris Paul e Andre Iguodala hanno ribadito la necessità di agire uniti per ottenere i migliori risultati
- di daniele.caiola

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche