Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, cominciano le grandi manovre di Milwaukee: Budenholzer resta, Bledsoe sul mercato

MERCATO NBA
©Getty

Dopo l’eliminazione dai playoff e le parole confortanti sul futuro da parte di Giannis Antetokounmpo, i Milwaukee Bucks hanno cominciato a muoversi per preparare la prossima stagione. Coach Budenholzer è al sicuro, mentre Eric Bledsoe dovrebbe finire sul mercato

In casa Milwaukee Bucks non ci saranno scossoni. Nonostante la deludente eliminazione per mano dei Miami Heat al secondo turno dei playoff, nessuno si aspetta davvero una rivoluzione in Wisconsin, anche perché le parole di Giannis Antetokounmpo (“Non chiederò lo scambio, voglio costruire una cultura vincente qui”) sono state confortanti. Ovviamente alle parole dovranno seguire i fatti, sotto forma di un’estensione di contratto da cinque anni a oltre 220 milioni di dollari che verrà  offerta al primo minuto possibile quando si aprirà il mercato dei free agent. Ma anche nel malaugurato caso in cui Antetokounmpo non volesse firmare subito, i Bucks dovrebbero comunque mantenere assieme buona parte della squadra che in regular season ha ammassato vittorie come poche altre nella storia, prima di perdere il filo nella bolla di Orlando.

Bledsoe sul mercato: chi prende il suo contratto?

Tra i più deludenti durante i playoff c’è stato sicuramente Eric Bledsoe. Il playmaker dei Bucks aveva già chiuso molto male la stagione 2019 con playoff disastrosi e non si è riscattato nella serie contro Miami, tanto che secondo quanto scritto da Shams Charania di The Athletic molti dirigenti rivali si aspettano di vedere il suo nome disponibile sul mercato degli scambi. Bledsoe, votato per il secondo quintetto difensivo della stagione, è sotto contratto per altri due anni rispettivamente a 16.8 e 18.1 milioni di dollari, più una terza stagione non garantita da 19.3 milioni nel 2022-23. Un contratto pesante ma non inscambiabile, specialmente se dovesse essere inserito in una trade più grande come quella che potrebbe portare a uno dei primi nomi accostati ai Bucks, quello di Chris Paul fatto da Marc Stein del New York Times.

Budenholzer al sicuro, ma servono risultati da parte di tutti

Per un Bledsoe che parte c’è invece un Mike Budenholzer che resta. Secondo quanto scritto da The Athletic il posto del due volte Allenatore dell’Anno è al sicuro, anche se all’interno della proprietà della franchigia è chiaro a tutti che ogni componente della squadra dovrà imparare da questa stagione e ripresentarsi migliorato. Un altro fallimento in post-season verrebbe mal digerito, visto che questa squadra è molto costosa (130 milioni di monte salari quest’anno, 114 già garantiti per il prossimo) e anche l’eventuale firma sul contratto di Antetokounmpo non mette la franchigia al riparo da una possibile richiesta di trade in futuro se i risultati dovessero continuare a non arrivare. C’è ancora tempo per costruire una squadra da titolo, ma i risultati di quest’anno hanno dimostrato che ci sono ancora diversi passi avanti da fare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche