Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Los Angeles Lakers battono Miami 124-114: la cronaca di gara 2

NBA FINALS
©Getty

I Lakers vincono anche gara-2 controllando i Miami Heat, che si battono fino alla fine nonostante le assenze di Dragic e Adebayo. LeBron James (33 punti) e Anthony Davis (32+14) dominano sotto i tabelloni, non basta un grande Jimmy Butler da 25 punti e 13 assist. Ai gialloviola ora mancano due vittorie per l’anello: gara-3 in diretta nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 all’1.30 su Sky Sport

TUTTE LE NBA FINALS SONO IN DIRETTA SU SKY SPORT

Troppo forti i Los Angeles Lakers, troppo forti LeBron James e Anthony Davis. Anche gara-2 di finale, vinta 124-114 dai gialloviola, segue il canovaccio di gara-1, seppur Miami ci provi fino all’ultimo a rimanere in partita mettendo in campo tutto quello che ha. Le assenze di Bam Adebayo e Goran Dragic dopo gli infortuni della prima partita privano però la squadra di coach Erik Spoelstra di due giocatori troppo importanti per le loro speranze, specialmente contro un avversario come i gialloviola. Ancora una volta sono le stelle dei Lakers a indicare la via: LeBron James gioca una partita di grande intelligenza contro la zona degli Heat, chiudendo ancora vicino alla tripla doppia con 33 punti, 9 rimbalzi e 9 assist segnando 14 dei 25 tiri tentati (3/8 da tre). Appena un punto in meno lo segna Anthony Davis, che segna 30 dei suoi 32 punti nei primi tre quarti nei quali domina a piacimento (15/20 al tiro a fine gara) spazzando via tutti a rimbalzo (8 in attacco dei suoi 14 finali). Grazie a loro due i Lakers sopravvivono a una pessima serata al tiro degli altri titolari (3/19 combinato dall'arco di Caldwell-Pope e Danny Green) e ringraziano un super Rajon Rondo dalla panchina, autore di 16 punti (3/4 da tre) e 10 assist in 26 minuti.

Butler e gli Heat ci provano fino all'ultimo ma non basta

approfondimento

LeBron & AD da paura: tutti i protagonisti di gara-2

Miami esce di nuovo sconfitta, ma non ha niente da rimproverarsi. Jimmy Butler si fa carico di tutte le responsabilità offensive andando vicino alla tripla doppia con 25 punti, 8 rimbalzi e 13 assist in 45 minuti, pur tirando male dal campo (7/17) ma sopperendo dalla lunetta (11/12). I tanti tiri liberi guadagnati da Miami (31/34 contro il 10/17 dei gialloviola) sono uno dei motivi per cui gli Heat riescono a rimanere in partita praticamente fino alla fine mantenendosi sempre attorno ai 10 minuti di svantaggio, distribuendo 29 assist su 36 canestri segnati e tirando sopra il 40% da tre (11/27). Coach Erik Spoelstra pesca anche il jolly di una grande partita di Kelly Olynyk (24 punti e 9 rimbalzi in 37 minuti) e i 17 del titolare Tyler Herro (il più giovane nella storia delle Finals superando Magic Johnson), seguiti dai 13 di Kendrick Nunn e i 12 di Jae Crowder. I 16 rimbalzi offensivi concessi e le sole 9 palle perse forzate finiscono per condannare Miami alla seconda sconfitta su due: ora si possono solamente attendere buone notizie dalle condizioni di Dragic e Adebayo in vista di gara-3.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche