Please select your default edition
Your default site has been set

NBA Finals, Lakers e la novità nel quintetto titolare: fuori Howard, dentro Caruso

finali nba
©Getty

Coach Vogel ha deciso di cambiare il quintetto con cui iniziare la decisiva gara-6 contro Miami: fuori Dwight Howard per far spazio a uno schieramento di partenza più dinamico, con Anthony Davis da centro e l'aggiunta di Alex Caruso sin dalla palla a due

La vera novità a cui tutti hanno iniziato a guardare prima dell’inizio di gara-6 è stata la scelta di Miami di inserire in lista Goran Dragic come “attivo” - novità assoluta dopo le quattro partite di finale saltate a causa di un problema alla pianta del piede sinistro che lo ha tormentato. In casa Lakers però il cambiamento lo ha portato, e deciso, Frank Vogel - ben consapevole che il quintetto con il doppio lungo e con Dwight Howard sul parquet fosse diventato una zavorra da portare avanti per una decina di minuti complessivi a inizio primo e terzo quarto. Scarsa l’incidenza sotto canestro, a rimbalzo e in generale contro un quintetto più dinamico come quello degli Heat, un grande grattacapo a livello di accoppiamenti. Per tutti questi motivi il coach dei Lakers ha deciso di mischiare le carte in tavola, lanciando sin dalla palla a due Alex Caruso - giunto così a un ideale complimento della sua parabola personale. Partito dalla G-League e diventato via via un tassello sempre più affidabile per i gialloviola in uscita dalla panchina, Caruso trova così un posto in quintetto nella partita più importante degli ultimi 10 anni per i Lakers. Il compimento di una stagione vissuta a suo modo da protagonista e da chiudere al fianco di Kentavious Caldwell-Pope, Danny Green, LeBron James e Anthony Davis nel quintetto che apre gara-6.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche