Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Boston Celtics, rivoluzione in vista: Walker e Hayward pronti a partire

mercato nba
©Getty

Doppia pista di mercato per la squadra del Massachusetts che appare intenzionata a cambiare un bel po’ il roster a disposizione di coach Brad Stevens nella prossima stagione: gli obiettivi sono Jrue Holiday dei Pelicans e Myles Turner dei Pacers, complementi ideale da affiancare a Jayson Tatum e Jaylen Brown

Crescere vuol dire anche mettersi in gioco, cambiare le carte in tavola anche a un solo anno di distanza da un acquisto importante. A Boston non hanno paura di rivoluzionare il roster, consapevoli che la base fondamentale su cui si appoggeranno i successi futuri della squadra non è in discussione. Jayson Tatum e Jaylen Brown sono un mix di talento e gioventù troppo prezioso per cincischiare e perdere tempo, in attesa che le cose attorno a loro trovino una quadra. Per questo i Celtics nelle ultime ore sono a lavoro per sparigliare le carte e approfittare ancora una volta delle occasioni messe a disposizione dal mercato, a partire da Jrue Holiday - giocatore per cui i Pelicans hanno fatto sapere di essere disponibili ad accettare ogni tipo di offerta. Alla lunga lista di pretendenti si sono aggiunti anche i Celtics, che sul piatto sono pronti a mettere Kemba Walker e le tre scelte al primo giro al prossimo Draft (la n°14, 26 e 30). Un’offerta interessante per New Orleans, che potrebbe aggiungere da subito un titolare in squadra di altissimo livello come l’All-Star ex Hornets e al tempo stesso non rinunciare ad allungare la rotazione investendo su giovani talenti. Holiday invece sarebbe un realizzatore certamente meno brillante di Walker per Boston - che l’anno scorso però ha avuto tante difficoltà dal campo - ma un upgrade difensivo fondamentale per una squadra che vuole puntare al titolo NBA.

vedi anche

Hayward vuole andarsene da Boston, ai giusti soldi

L’altra grossa pecca della passata stagione per i Celtics è stata la carenza di profondità e talento sotto canestro. Nonostante Daniel Theis si sia rivelato come una piacevole scoperta - andato ben oltre i suoi limiti e spremuto al massimo da coach Stevens - serve altro se si vogliono mettere in difficoltà i vari Embiid, Adebayo e altri lunghi della Eastern Conference e non solo. Il profilo ideale identificato da Boston è Myles Turner, già in parte marginale all’interno del progetto Pacers, ma giovane e di talento pronto a crescere al fianco di Tatum e Brown. Per lui i biancoverdi sono pronti a sacrificare Gordon Hayward - originario dell’Indiana, che non ha mai nascosto il legame con la sua terra - aggiungendo all’occorrenza anche la scelta in Lottery al Draft di settimana prossima. La questione in questo caso però è prima di tutto contrattuale: Hayward ha a disposizione per il prossimo anno una player option da 32.4 milioni di dollari e, in caso di scambio con i Pacers, potrà farlo soltanto attraverso una sign-and-trade, garantendo così anche a Indiana la certezza di poter restare diverse stagioni nella nuova franchigia. Il contratto di Turner è perfetto per i Celtics: 17.5 milioni di dollari all’anno per tre stagioni, dati a un 24enne pronto a sbocciare definitivamente sotto la guida di Brad Stevens. A Boston sognano già e Danny Ainge farà di tutto per provare ad accontentarli.