Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LaMelo Ball rookie dell'anno? Non per Towns: "Il migliore è Anthony Edwards"

NBA
©Getty

L'infortunio alla point guard degli Hornets ha riaperto la discussione sul premio destinato alla miglior matricola dell'anno. E dal Minnesota Karl-Anthony Towns (che quel titolo lo ha vinto nel 2016) è convinto che a meritarselo sia il suo compagno ai Timberwolves. "È il giocatore con maggior talento: il migliore tra i migliori"

Dopo una stagione NBA in cui il premio di rookie dell’anno ha premiato il giocatore più presente in campo (Ja Morant) piuttosto che quello con i picchi più alti (Zion Williamson, solo 22 gare da matricola), la storia potrebbe ripetersi. Il premio per l’annata 2020-21 sembrava già assegnato, con LaMelo Ball a convincere tutti. Poi l’infortunio, e se la point guard degli Hornets non dovesse tornare prima della fine dell’anno, c’è chi pensa che il suo “giocato” — solo 41 partite, di cui soltanto 21 da titolare — sia insufficiente a garantirgli il titolo di rookie of the year. Tra questi c’è Karl-Anthony Towns, che però non ne fa tanto una questione di numero di partite giocate quanto proprio di talento e forza in campo. E per il lungo di Minnesota — che il premio di miglior rookie l’ha vinto nel 2016 — la matricola più forte sbarcata nella NBA… gioca con lui: è Anthony Edwards. “Non so neppure cosa dover dire per spiegarlo: è semplicemente il rookie dell’anno. Ha dimostrato di essere il giocatore con più talento dell’ultimo Draft. È il migliore tra i migliori”. Sicuramente “migliori”, al momento, sono le sue cifre realizzative (nessuno tra i rookie fa meglio dei 17.6 punti di media che segna il prodotto di Georgia) ma altre aree del suo gioco — dalla difesa alle palle perse (2.2 a sera), da una discutibile selezione di tiro (sotto il 40% dal campo) all'impatto sulla squadra (-7.1 il net rating T'Wolves quando lui è in campo) — lasciano spazio a qualche dubbio.

vedi anche

Anthony Edwards, tutto il meglio del #1. VIDEO

Non ultimo anche l’impatto del giocatore sui destini della squadra: Minnesota è ultima in tutta la NBA, appena sopra il 25% di vittorie, mentre guidata da Ball Charlotte è sorprendentemente a ridosso delle prime quattro posizioni a Est (e anche i Kings di Tyrese Haliburton non hanno ancora abbandonato speranze di play-in). Insomma, la corsa a un premio che sembrava già assegnato, ora torna ad aprirsi: il parere di Towns (sicuramente competente) è solo uno, ma LaMelo Ball e Tyrese Haliburton hanno sicuramente altre idee.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport