Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Saddiq Bey: il rookie che da tre ha fatto meglio di Steph Curry e Allen Iverson

NBA
©Getty

Nelle ultime due gare (5 triple e 22 punti contro Charlotte, altre 5 e 26 nella notte contro Orlando) la matricola dei Pistons è riuscito a battere un record per numero di prestazioni con almeno 5 triple a segno. Una delle poche note liete nella stagione di Detroit 

Ancora un mese fa, a inizio aprile, il rookie di Detroit Saddiq Bay era diventato la matricola più prolifica da tre punti nella storia dei Pistons, mandando a bersaglio la tripla n°106 della sua giovanissima carriera (al tempo una in più del record di Brevin Knight — oggi il totale delle triple di Bey è salita a quota 153). Ma il prodotto di Villanova non ha smesso di segnare — anche nella notte, pur nella sconfitta dei Pistons contro Orlando, sono arrivati 26 punti con 5 triple a bersaglio — tanto che recentemente le sue imprese da oltre l’arco lo hanno portato a superare due nomi leggendari come quello di Steph Curry e Allen Iverson. Sia il tiratore degli Warriors (nel 2009-10) che il fenomeno dei Sixers (nel 1996-97) al debutto in NBA erano riusciti a segnare 5 o più triple in una stagione la bellezza di 9 volte. Nelle ultime due uscite — 5/12 contro Charlotte, 5/10 contro Orlando — Bey è arrivato addirittura a quota 11, stabilendo così un nuovo record NBA per una matricola. Scelto (nominalmente) da Brooklyn solo alla n°19 all’ultimo Draft, e poi arrivato a Detroit in una trade a tre organizzata quasi in concomitanza al processo di scelta, Bey oggi segna quasi 12 punti a partita (a quota 13.0 c’è Tyrese Haliburton di Sacramento, davanti a lui solo LaMelo Ball e Anthony Edwards) ed è quello che tira da tre più di tutti (6.3 triple tentate a sera) con l’eccezione del rookie di Minnesota (ma realizzandole con percentuali molto migliori di Edwards: il 38.3% contro il 32% scarso).

leggi anche

Chi ha vinto i primi di rookie del mese finora

Per questo, tra i rookie con almeno 25 minuti di media in stagione, Bey è il terzo in NBA per percentuale reale (il 57.5%) e in una stagione sicuramente disastrosa per i Pistons — ultimi a Est, penultimi in tutta la lega — dal prodotto di Villanova arriva uno dei pochi motivi per sorridere. Il ragazzo sa tirare, e oggi nella NBA non c’è fondamentale più importante del tiro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport