Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, a Las Vegas "tante chiacchiere di mercato": e Zach Lavine è protagonista

NBA
©Getty

Il giocatore dei Bulls, fresco di consacrazione all'All-Star Game 2021, ammette che nello spogliatoio di Team USA (che nel Nevada si prepara alle Olimpiadi di Tokyo) le voci di mercato tengono banco tra i giocatori. E parla anche del suo futuro, da probabile free agent nel 2022 a caccia di 200 milioni di dollari

L'All-Star dei Bulls Zach LaVine è uno dei giocatori attualmente impegnati a Las Vegas, in preparazione alle Olimpiadi giapponesi con Team USA. Un impegno estivo che coincide temporalmente tanto con le finali NBA ancora in corso (Devin Booker dovrebbe unirsi al gruppo appena terminata la serie contro i Bucks) quanto con il periodo di offseason che tradizionalmente coincide con lo scatenarsi delle voci di mercato in vista della free agency di agosto. E la superstar di Chicago ha candidamente ammesso che le chiacchiere di mercato tra giocatori all'interno di Team USA monopolizzino le discussioni in spogliatoio. "Inutile far finta che non sia così - ha dichiarato - è nella natura stessa dei giocatori e sappiamo che la NBA è una players' league. Siamo tutti assieme, finiamo per parlarne, tutti lo facciamo. Poi se da un'amicizia nasce anche un'idea di mercato, questo può succedere come non può succedere". Da Las Vegas, ad esempio, era rimbalzata la notizia secondo cui Draymond Green sarebbe "in pressing" su Kevin Love per convincere il lungo di Cleveland a raggiungere gli Warriors già a partire dalla prossima stagione (tramite un buyout da raggiungere coi Cavs), ma questo rumor non è certo l'unico a circolare tra i corridoi di Team USA. 

Il futuro di LaVine: da (ricco) free agent nel 2022

leggi anche

Beal e Love obiettivi di mercato degli Warriors

Lo stesso LaVine ha dato qualche piccola indicazione sul suo futuro a Chicago, che lo vede ancora sotto contratto per un ultimo anno (a 19.5 milioni di dollari) prima di diventare unrestricted free agent nell'estate 2022. I Bulls potrebbero già fin d'ora proporgli un'estensione, per 4 anni e un totale di 104 milioni di dollari, ma l'ex stella di UCLA ha tutti gli interessi a lasciar scadere il presente contratto, e rinegoziarne uno da cinque anni e 200 milioni di dollari nella prossima estate. "Penso che le cose finiranno per sistemarsi, non sono minimante preoccupato al momento. Presto il mio agente inizierà a discutere con il front office e vediamo che succede". Reduce dalla sua prima apparizione all'All-Star Game, la prossima estate LaVine avrà soltanto 27 anni e sicuramente godrà della corte di diverse franchigie NBA, interesse che dovrebbe convincere i Bulls ad aprire i cordoni della borsa e remunerare il loro n°8 secondo il valore di mercato. Che grazie all'ultima stagione (oltre 27 punti di media, con il 50% al tiro e il 42% da tre, conditi da 5 rimbalzi e 5 assist) è in netta ascesa. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche