Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, i Los Angeles Lakers partono prima: mini-camp con LeBron James a Las Vegas

la decisione
©Getty

Era successo già nel 2019 e aveva portato fortuna (oltre che risultati in campo): i Lakers si ritroveranno con qualche giorno d’anticipo rispetto alla tabella di marcia, per conoscersi e iniziare ad allenarsi, consapevoli di dover fare tanta strada e di aver messo insieme un gruppo profondamente rinnovato. Un'idea di LeBron James, forse nell'ultima stagione in cui reciterà il ruolo da protagonista nello spogliatoio

Il front office dei Lakers ha completato il suo lavoro: adesso tocca ai componenti del roster gialloviola mettersi all’opera e cercare di rilanciare una squadra che parte con l’ambizione di bissare il successo del 2020 e tornare sul tetto della NBA. Proprio come accade in quella stagione, sotto l’impulso di LeBron James, la squadra ha scelto di iniziare qualche giorno prima ad allenarsi con un mini-camp organizzato dagli stessi giocatori per iniziare a conoscersi in anticipo rispetto all’inizio ufficiale del lavoro in palestra. Con una squadra rivoluzionata da cima a fondo, LeBron (e non solo lui) ha intuito che ci sarà tanta strada da fare per trovare la giusta chimica sul parquet: quante volte è successo che franchigie che potevano fare affidamento su un gruppo di Big Three si ritrovasse poi scollegate (e battute) in campo? Il nuovo numero 6 vuole scongiurare questo pericolo, provando a far focalizzare sin da subito compagni, colleghi e tutto lo staff sulla lunga maratona che attende i gialloviola nei prossimi mesi.

vedi anche

LeBron e le tre novità sulla sua maglia dei Lakers

Stando a quanto riportato da The Athletic, James è il principale promotore dell’iniziativa e buona parte della squadra si ritroverà insieme in palestra a partire da venerdì a Las Vegas. Un weekend per rompere il ghiaccio e per conoscersi anche fuori dal parquet, proprio come accadde nel 2019 dopo l’arrivo di Anthony Davis: questa volta gli ospiti d’onore saranno Russell Westbrook e Carmelo Anthony, le armi in più che i Lakers sperano di sfruttare a partire dalle prossime settimane. Un appuntamento che servirà non solo per fissare gli obiettivi, ma anche per delineare la gerarchia all’interno di uno spogliatoio che continua a dipendere da LeBron James: nonostante gli anni che passano, è ancora lui il riferimento - chiamato forse per l’ultima stagione in carriera (fa strano scriverlo, ma potrebbe davvero essere così) a recitare il ruolo da protagonista in una squadra che potenzialmente può regalargli il quinto titolo NBA e consacrarlo ancora di più come un grande del gioco. Tutto questo partirà da Las Vegas tra 48 ore: ormai ci siamo, la cavalcata può cominciare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche