Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Nets attivissimi sul mercato: Sumner preso (da Indiana) e tagliato, Doumboya ceduto

NBA
©Getty

Un doppio movimento di mercato vede protagonista la squadra del GM Sean Marks, che sceglie di rinunciare al progetto Sekou Doumbouya (arrivato da Detroit) e poi organizza uno scambio con Indiana per Sumner, che però - complice anche la rottura del tendine d'Achille - viene subito tagliato dai Nets

Lavori (ancora) in corso in casa Brooklyn Nets. Mentre le attenzioni di tutti sono sui destini di Kyrie Irving, Sean Marks e il front office della squadra newyorchese continuano a lavorare sotto traccia. C'era da prendere una decisione sul destino di Sekou Doumbouya, approdato ai Nets dai Pistons e visto brevemente in campo anche nella prima amichevole di preseason contro i Lakers. I Nets dovevano capire se voler sviluppare il talento dell'ex scelta n°15 al Draft 2019, ancora giovanissimo (solo 20 anni). Visti però gli obiettivi ambiziosissimi già nell'immediato della squadra (che punta al titolo e probabilmente non ha né spazio né tempo per sviluppare il potenziale di giovani giocatori), Doumbouya è stato invece ceduto da Brooklyn ai Rockets insieme a una seconda scelta 2024. In cambio i Nets hanno ricevuto 110.000 dollari, mentre dal Texas fanno sapere che Houston pare intenzionata a tagliare il giocatore della Guinea, che dovrà così cercarsi una nuova squadra. 

Edmund Sumner: preso (da infortunato) e subito tagliato

Le manovre a Brooklyn però non si sono esaurite qui, visto anche che nel giro di poche ore Edmund Sumner (che dovrà star fuori tutta la stagione dopo la rottura del tendine d'Achille) ha virtualmente indossato la maglia dei Nets in arrivo da Indiana, che per risparmiare spazio salariale ha scelto di cederlo - insieme a una seconda scelta al Draft 2025 - in una operazione a tre che ha visto coinvolti (solo "di sponda", da intermediari) anche i Miami Heat. La permanenza di Sumner come giocatore dei Brooklyn Nets è stata però brevissima, visto che la franchigia ha annunciato di volerlo tagliare: per lui quindi tutto rimandato alla stagione 2022-23, quando finalmente guarito dovrà cercare di rimettere piede nella NBA, convincendo qualche nuova squadra. Con la sua cessione, Indiana si è garantita di restare sotto la soglia della tassa di lusso, a cui era pericolosamente vicina (a 514.000 dollari dal toccarla): senza il contratto di Sumner, infatti, i Pacers sono ora di quasi tre milioni di dollari (2.8) sotto tale soglia. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche