Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, c’è una squadra interessata a Marvin Bagley III: si fanno avanti i Pistons

MERCATO NBA
©Getty

Dopo essere uscito dalla rotazione dei Sacramento Kings ed essersi rifiutato di entrare in campo, Marvin Bagley sarebbe finito nel mirino dei Detroit Pistons, pronti a dargli una chance lontano dalla California al fianco di Cade Cunningham e gli altri giovani talenti di coach Casey. Secondo quanto scritto da Marc Stein, però, nessuna trade avverrà prima del 15 dicembre

La tumultuosa avventura di Marvin Bagley III ai Sacramento Kings ha raggiunto un punto di non ritorno. Dopo i pochi alti e i moltissimi bassi delle sue prime tre stagioni in California, l’ex seconda scelta assoluta del Draft 2018 è finito fuori dalla rotazione di coach Luke Walton, rimanendo in panchina per undici partite in fila e rifiutandosi (anche se Walton ha smentito) di scendere in campo in una delle ultime partite dei Kings. A portarlo via dalla franchigia che lo ha scelto prima di Luka Doncic — seppur con un’altra dirigenza guidata da Vlade Divac invece di quella attuale di Monte McNair — potrebbero essere i Detroit Pistons: secondo quanto scritto dal giornalista Marc Stein, la franchigia segue attentamente Bagley sin dallo scorso anno e sarebbe molto interessata a prenderlo a basso costo, visto che i Kings non sembrano avere alcuna intenzione di trattenerlo in estate con un nuovo contratto, perdendolo così a zero dopo aver investito una scelta altissima su di lui.

Il possibile scambio Pistons-Kings per Bagley

approfondimento

Bagley contro Walton: rifiuta di entrare in campo

Secondo lo stesso giornalista, però, difficilmente accadrà nel prossimo mese: dal 15 dicembre in poi infatti potranno essere scambiati anche buona parte dei giocatori che hanno firmato in estate, ampliando quindi i possibili giocatori inseribili in una trade. Bagley dovrà quindi portare ancora pazienza, dopo che il suo stesso agente Jeff Schwartz dopo la pre-season aveva duramente attaccato la dirigenza dei Kings per non averlo lasciato andare prima, pur non avendo alcuna intenzione di schierarlo in campo. Bagley sarebbe di sicuro un’aggiunta di talento nel roster a disposizione di coach Dwane Casey al fianco di Cade Cunningham, Saddiq Bey e Jerami Grant, anche se bisogna considerare la contropartita: al suo ultimo anno di contratto da rookie, Bagley guadagna comunque 11 milioni di dollari, perciò Detroit con ogni probabilità dovrà mettere insieme qualche contratto per pareggiare i conti. Tra i contratti che si sbloccheranno dopo il 15 dicembre ci sono quelli di Kelly Olynyk da 12 milioni l’anno (ma di durata triennale), di Cory Joseph (biennale da circa 5 milioni l’anno), Frank Jackson (3 milioni per due anni), Trey Lyles (2.5 milioni, due anni), Rodney McGruder (1.66 milioni), Saben Lee (1.5 milioni, triennale) e Isiah Livers (1 milione), a cui si aggiunge il biennale da 5.2 milioni a stagione di Hamidou Diallo (disponibile però solo dal 15 gennaio, un mese dopo gli altri). Nello scambio potrebbe rientrare anche Josh Jackson (annuale da 5 milioni) per far tornare i conti: non è chiaro quali di questi giocatori possa interessare ai Kings, ma quello che è certo è che l’avventura di Bagley in California è ormai ai titoli di coda.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche