Please select your default edition
Your default site has been set

NCAA: Gonzaga domina contro UCLA, nel segno (anche) di Chet Holmgren

ncaa

Il talento di Gonzaga ha chiuso con 15 punti e 4 stoppate nel comodo successo contro UCLA - testa a testa al vertice tra le due migliori squadre a livello collegiale di questa stagione - incantando con giocate di livello assoluto su entrambi i lati del campo. La sfida a Banchero per la prima scelta al Draft è lanciata, così come l’appuntamento per il match nella notte di venerdì proprio tra Duke e Gonzaga

È bastato il primo tempo a Gonzaga per spazzare via dal parquet UCLA, chiudendo con un parziale d’apertura di 45-25 una partita che non è mai stata in discussione nella ripresa. La gara più attesa di questa prima fase del calendario del college basket, tra due delle squadre favorite alla vittoria finale in NCAA - che lo scorso aprile hanno dato vita a uno dei match più appassionati della storia delle Final Four, vinto sempre da Gonzaga grazie a un canestro pazzesco sulla sirena di Jalen Suggs. La quinta scelta assoluta del Draft 2021 (finito a Orlando) è soltanto l’ultimo giovane talento uscito da quella squadra e sbarcato in NBA; una strada che molto probabilmente seguirà il prossimo giugno anche Chet Holmgren - talento impressionante per dimensioni e duttilità, condizionante a livello difensivo e ostacolo che i Bruins hanno faticato non poco a superare (iniziando il match con 25 errori su 31 tentativi dal campo).

vedi anche

Banchero incanta ancora: 28 punti e vittoria Duke

Il miglior realizzatore del match è Andrew Nembhard con i suoi 24 punti in 40 minuti sul parquet chiusi con 9/13 al tiro e due triple a bersaglio, ma le cifre a cui tanti scout NBA hanno guardato sono quelle di Holmgren - autore di 15 punti con 6/8 dal campo in 28 minuti, a cui aggiunge 6 rimbalzi, un recupero e ben 4 stoppate. La giocata già spettacolare - una specie di manifesto di ciò che è in grado di fare sul parquet - arriva a inizio secondo tempo, quando al ritorno in campo sul +20 UCLA prova a riportarsi in partita. Un tentativo reso vano da azioni come quella di Holmgren che stoppa al ferro l’avversario, recupera il pallone e poi lo mette a terra, andando da solo nella metà campo dei Bruins. A quel punto, studiato l’accoppiamento, la stella di Gonzaga (nonostante i tanti centimetri) va in palleggio incrociato dietro la schiena, batte il proprio avversario e inchioda la schiacciata. Il commento di Dick Vitale tornato ai microfoni dopo la malattia, è l'esclamazione che nasce sulla bocca di tutti: “Are you serious?”. Per capire quanto faccia sul serio l'appuntamento è per venerdì notte, con il testa a testa tra Duke e Gonzaga che sarà inevitabilmente la sfida tra Banchero e Holmgren.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche