Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Los Angeles Lakers ko nel derby: il commento di Kendrick Nunn fa discutere

social
©Getty

Il giocatore arrivato in estate da Miami ha risposto a un messaggio su Instagram di Isaiah Hartenstein - probabilmente in maniera ironica - ma ottenendo il risultato di infastidire soltanto di più i suoi compagni battuti nel derby: “Appena rientro capirete chi è che guida l’attacco ai Lakers”, non la frase migliore da dire in questo momento di difficoltà

L’ennesimo passaggio a vuoto dei Lakers - battuti anche nel derby dai Clippers - non è passato inosservato, continuando a far discutere anche nelle ore successive sui social network. Non solo tifosi e avversari che si prendono in giro, ma anche i protagonisti che raccontano il loro punto di vista sul match: in particolare a spiegare come stanno le cose ci ha provato Kendrick Nunn - fuori causa infortunio nella sfida poi persa dai gialloviola e intervenuto su Instagram con un commento sul profilo di Hartenstein. Il lungo dei Clippers infatti, felice del risultato ottenuto, aveva scritto uno dei messaggi più democristiani al mondo: “Grande vittoria stasera e ora pensiamo alla prossima sfida”, come il più consumato dei giocatori che si sentono in dovere di parlare per forza, ma al tempo stesso non vogliono correre rischi.

vedi anche

LeBron e AD esaltano Lue: "Non ha alcun difetto"

Approccio diverso invece da parte di Nunn che è entrato a gamba tesa e, cogliendo la palla al balzo e con finta ironia, ha tirato giù una bordata nei confronti dei suoi compagni di squadra: “Aspetta che torno in campo e così tutti capiranno chi è il trascinatore in casa Lakers”. Una battuta, certo, ma pronunciata non nel momento adatto, anzi: esattamente cosa dovrebbero pensare i suoi compagni leggendo quel messaggio? Il 26enne arrivato da Miami, alle prese con un infortunio al ginocchio, non ha ancora fatto il suo esordio stagionale, però ecco - se continua a lanciare stoccate del genere - bisognerà attendere con ansia il momento in cui proverà con i fatti a confermare le sue parole. Non vediamo l’ora.

Il botta e risposta tra il lungo dei Clippers e il giocatore dei Lakers al momento non a disposizione di coach Frank Vogel