Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Ben Simmons i tre giocatori rifiutati dai Philadelphia 76ers

mercato nba
©Getty

Domantas Sabonis, John Collins e Harrison Barnes: queste le contropartite principali messe sul piatto rispettivamente da Pacers, Hawks e Kings che stanno provando - al momento invano - a convincere i Sixers della bontà della loro offerta. Chissà se le cose cambieranno nelle prossime settimane, soprattutto dopo l'inconcludente incontro tra la dirigenza di Philadelphia e l'agente di Ben Simmons - Rich Paul

A un mese (anche meno) di distanza dalla deadline di mercato, Rich Paul - noto agente di Ben Simmons - ha avuto un incontro con il GM Daryl Morey per provare a chiarire la situazione del suo assistito, cercando di delineare in qualche modo il futuro dell’All-Star australiano. Stando a quanto riportato da ESPN, Simmons non è neanche lontanamente vicino al ritorno in campo in questa stagione e al tempo stesso i Sixers continuano a chiedere una contropartita talmente elevata che nessuna franchigia si è avvicinata a soddisfarla. Un incontro descritto come amichevole avvenuto in un ristorante in centro a Philadelphia, con Morey che ha continuato a fissare il punto: la trade Simmons deve garantire ai 76ers talento necessario per poter essere una contender per il titolo NBA da subito. Al tempo stesso Paul ha sottolineato come la situazione psicofisica di Simmons non sia delle migliori e che il giocatore continua ad augurarsi che si possa raggiungere il prima possibile un accordo per una trade.

vedi anche

Sixers pronti a cedere Harris insieme a Simmons

Nelle scorse ore inoltre si è parlato anche dei nomi che Philadelphia ha respinto e che non “hanno scaldato il cuore” della dirigenza Sixers. Sembrano infatti essere naufragate ben tre trattative che Morey stava portando avanti in parallelo: la prima con gli Indiana Pacers che avevano messo sul piatto Domantas Sabonis (giocatore per certi aspetti troppo simile a Joel Embiid per zone del campo frequentate e non il tipo d’alternativa che i Sixers stanno cercando); la seconda con John Collins degli Hawks (in continua frizione con la dirigenza di Atlanta) e la terza con Harrison Barnes dei Sacramento Kings (veramente poco per un giocatore che soltanto qualche mese fa era un All-Star NBA). Pensare di riuscire a ricavare di più da questa situazione al momento però appare un’utopia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche