Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, punti, rimbalzi, ma soprattutto tiri liberi: questo è l'Ayton che vogliono i Suns

NBA
©Getty

Contro Detroit aveva stabilito il suo massimo stagionale (28 punti) per poi ritoccarlo subito nella notte contro Utah (29). Quando sono arrivati anche 21 rimbalzi, di cui 9 offensivi, ma il dato che fa sorridere maggiormente il coaching staff dei Suns sono i tentativi dalla lunetta di Ayton nelle ultime due gare (16 liberi tirati). Gli stessi collezionati fin qui in tutto il mese di novembre

Quando in estate i Suns hanno scelto di pareggiare l'offerta di Indiana e dare a Deandre Ayton un contratto da 4 anni e 133 milioni di dollari, il giocatore che volevano vedere è esattamente quello visto in campo nelle ultime due gare, stanotte contro Utah e prima ancora contro Detroit. Se i 28 punti - con 12 rimbalzi e 11/13 al tiro - rifilati ai Pistons erano andati a libri come il suo massimo stagionale, il centro di Phoenix ha immediatamente ritoccato il suo season-high mettendono 29 con ben 21 rimbalzi (di cui 9 offensivi) nella sfida contro i Jazz, quando Ayton ha segnato 22 dei suoi 29 punti nell'area pitturata. "Non so cos'ha mangiato per il Giorno del Ringraziamento ma avrei voluto essere lì con lui per scoprirlo", ha commentato scherzosamente Devin Booker, impressionato lui per primo dalle ultime due uscite del compagno. Ma più ancora dei punti o dei rimbalzi il coaching staff di Phoenix non può notare un dato cambiato radicalmente in queste due ultime prestazioni, ovvero la presenza in lunetta di Ayton. 

vedi anche

Ayton&Bridges show: ballo con un fan nel pregara

Il centro dei Suns infatti ha tirato 9 volte a cronometro fermo contro Utah e 7 contro i Detroit (con un 13/16 totale, visto che in carriera è tiratore da 75% ai liberi). Per dare un'idea di quanto questo dato sia una novità se associato a Ayton, i 16 liberi tentati nelle ultime due uscite pareggiano il totale di quelli tirati precedentemente in tutto il mese di novembre (ovvero in 10 gare, 4 delle quali concluse senza neppure una gita in lunetta). "Lo abbiamo visto in palestra agli orari più assurdi, a far pesi col nostro staff: è bello vedere che tutto questo lavoro stia dando i suoi frutti", ha dichiarato coach Monty Williams. "Voglio fare di più, perché so di poter fare di più", le parole del diretto interessato. Musica per le orecchie dei Suns.