Olimpiadi, Moioli: le piante, il rock e la medaglia d'oro. Ecco chi è la regina della tavola

Olimpiadi

Dodi Nicolussi

combo_michela_moioli

Dall'amore per la montagna a quello per la musica rock. La campionessa olimpica dello snowboardcross ha tanti segreti da raccontare: "Ho realizzato un sogno"

LA CRONACA DELLE GARE DELLA 16^ GIORNATA
MOIOLI D'ORO: TUTTE LE FOTO

"Non ho parole, è il giorno più bello della mia vita". Sono passati quattro anni dall'Olimpiade di Sochi, la medaglia poteva essere già sua, poteva giocarsela ma invece è finita in sala operatoria a causa della rottura del crociato sinistro. Un'impresa annunciata, quella della 22enne bergamasca di Alzano Lombardo. Ha vinto con grande sicurezza e determinazione, grazie alla sua applicazione in quattro anni di lavoro mirato sia a livello tecnico ma anche atletico e mentale. E' arrivata in Corea da favorita, con ben 4 vittorie in Coppa del mondo ma si sa ai Giochi olimpici è una gara secca e tutto può succedere. Michela ha preso in pugno la gara sin dall'inizio, trasformando quarti, semifinali e la finale in una discesa trionfale. Michela ha cominciato a sciare piccolissima nello Scalve Boarder Team sulle piste di Colere. Quando aveva sette anni la madre Fiorella, che ha un'azienda di parquet, mise sulla tavola sia lei che la sorella Serena. Una mamma lungimirante convinta che la figlia avesse più possibilità con la tavola che con gli sci. "Secondo lei avevo più possibilità con la tavola e devo dire che aveva ragione. Era d'accordo anche mio papà Giancarlo così abbandonai lo sci". 

Oggi è il giorno piu bello della mia vita 🥇🇮🇹

Un post condiviso da Michela Moioli (@michela_moioli) in data:

Michela ha dimostrato fin da giovanissima di avere del talento, ma ha fatto il salto di qualità definitivo lavorando col preparatore atletico Matteo Artina, lo stesso di Sofia Goggia, con la quale condivide anche allenamenti in palestra e attività social. "Ho realizzato il mio sogno che avevo fin piccola" ha detto commossa alla fine. "Ringrazio la mia famiglia, la mia squadra, i miei amici. I miei genitori che hanno pianto come me. Ma se è un sogno, per favore non svegliatemi. Sono stata ripagata del lavoro che ho fatto".  Nel suo carnet ha già conquistato 2 medaglie di bronzo iridate in coppa del mondo, 10 vittorie in coppa del mondo e una coppa del mondo generale nel 2016. Ama camminare in montagna, fare mountain bike, skite e surf. Inoltre fra le sue passioni coltivare piccoli frutti, lamponi, fragole, more potare le piante. Da papà Giancarlo ho imparato l’amore per le piante in genere, Lui lavora per comunità montana ed è un perito agrario. Michela inoltre ama molto la musica a periodi ascolta anche la musica rock e anche la musica commerciale e soprattutto nutrirsi con cibo sano, mi piace mangiare bene "il cibo è la benzina del muscolo per noi atleti e curo molto l'alimentazione". Si definisce disordinata: "devo dire che sono disordinata ma nel mio disordine trovo tutto. Poi nelle mie cose legate allo snow sono precisa, quando torno a casa devo cambiare le borse, lavatrici e si riparte pertanto con tutto il materiale che abbiamo fin quando fai l’atleta è un po’ cosi". Michela è una ragazza sensibile, di compagnia, sempre sorridente con la battuta pronta e disponibile con tutti. "E’ fantastico, non me ne rendo conto di quello che ho fatto, desidero godermi ogni istante di questa medaglia d’oro. Grazie a tutti". Grazie a te Michela per l'emozione.

Una giornata magnifica e un panorama fantastico ❤️🚴🏼 #love

Un post condiviso da Michela Moioli (@michela_moioli) in data:

I più letti