Giochi 2026, Malagò: "Sento grande responsabilità". Martedì ultima presentazione dossier

Olimpiadi

Alla vigilia della conference call che vedrà le candidatura di Milano-Cortina illustrare i proprio dossier sui Giochi invernali del 2026 ha parlato il presidente del Coni Giovanni Malagò: “Se si vince vincono tutti, se si perde ci sarà invece il capro espiatorio. Su questo siamo mentalmente preparati”

"E' una grossissima responsabilità, sto lavorando nel rispetto assoluto delle regole e i regolamenti molto stringenti. L'ho detto in epoca molto non sospette: se si vince vincono tutti, se si perde ci sarà invece il capro espiatorio. E su questo siamo mentalmente preparati". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla vigilia della conference call che vedrà le candidatura di Milano-Cortina illustrare i proprio dossier sui Giochi invernali del 2026 in collegamento da Roma con Brisbane, sulla Gold Coast in Australia, con le federazioni invernali internazionali.

Cosa succede martedì

Collegati dal Salone d'Onore del Coni parleranno il presidente del Coni, i sindaci di Milano e Cortina e i presidenti delle Regioni Lombardia e Veneto. Saranno presenti anche i presidenti delle federazioni italiane di Sport Invernali, Flavio Roda, e del Ghiaccio, Andrea Gios, oltre al numero uno del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli. Prevista anche, nei limiti degli impegni istituzionali, la presenza del sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti. Mentre dall'altra parte dell'emisfero saranno presenti i presidenti delle federazioni invernali internazionali, tra cui l'italiano Ivo Ferriani in qualità di presidente della federazione internazionale Bob e skeleton. Sarà l'ultima presentazione ufficiale prima della decisione del Cio a Losanna il prossimo 24 giugno. Per l'occasione, alla fine dei discorsi sarà proiettato un video di cinque minuti descrittivo del master plan della candidatura. Voce narrante sarà quella dell'olimpionica Arianna Fontana con sottofondo un rondò veneziano. A seguire spazio a eventuali domande dei rappresentanti delle federazioni internazionali. Dopo la conference call, si svolgerà una riunione tra i rappresentanti della candidatura italiana che sarà funzionale anche per definire i dettagli della spedizione a Losanna che vedrà Milano-Cortina contendere con Stoccolma-Are l'organizzazione dei Giochi olimpici invernali del 2026.

I più letti