Olimpiadi, bronzo nel canottaggio anche a Rosetti: out dalla finale per Covid

LA DECISIONE

Lo ha deciso il Comitato Olimpico Internazionale, accogliendo la richiesta avanzata dal Presidente del CONI Giovanni Malagò. Rosetti aveva saltato la finale del quattro senza poco prima dell'inizio per la positività al Covid. "Questa decisione mi ripaga di un evento che mi ha coinvolto mio malgrado, grazie a tutti quelli che mi sono stati vicino", le parole del canottiere

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN DIRETTA

Bronzo anche per Bruno Rosetti. L'azzurro sale sul podio insieme al quattro senza di canottaggio dopo che era stato fermato dalla positività al Covid a poche ore dalla finale conquistata insieme ai compagni. Lo ha deciso il Comitato Olimpico Internazionale, accogliendo la richiesta avanzata dal Presidente del CONI, Giovanni Malagò, avanzata subito dopo il terzo posto ottenuto da Matteo Castaldo, Matteo Lodo, Giuseppe Vicino e Marco Di Costanzo (sostituto di Rosetti). L’ufficialità è arrivata attraverso il Direttore Sport del CIO, Kit McConnell, che ha recepito l’istanza, considerandola fondata, in ragione della complessità del momento vissuto e del contributo offerto dal canottiere per il raggiungimento della finale da parte dell’imbarcazione.

Rosetti: "Decisione che mi ripaga"

vedi anche

Italia da record, sempre a medaglia. E sono 40!

Lo stesso Rosetti ha commentato la notizia dal Covid Hotel di Tokyo, dove attualmente si trova dopo la positività al Covid riscontrata poche ore prima della finale olimpica: "Sono molto contento di aver ricevuto questa notizia dal presidente Malagò - ha detto l'atleta -, questa decisione del Cio mi ripaga in qualche modo di un evento che mi ha coinvolto mio malgrado. In questi giorni ho letto molto, voglio precisare che non mi sono chiuso nel mutismo ma ho rispettato il lavoro di tutti, avevo bisogno di metabolizzare la delusione per non aver potuto gareggiare con i miei compagni. Faccio i complimenti a tutta la squadra italiana del canottaggio che ha fatto una grande Olimpiade ed in particolare a Marco di Costanzo, che si è seduto al mio posto e ha permesso a Matteo Castaldo, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino di coronare il sogno del podio olimpico. Adesso continuo nella mia quarantena e spero di poter ricevere questa medaglia prima che torni in Italia. Grazie a tutti quelli che mi sono stati vicino".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche