Olimpiadi Parigi 2024, ginnastica artistica: le squadre maschili e femminili per i Giochi

Olimpiadi

Sara Cometti

Simone Ferraro per FederGinnastica
GINNASTICA_simone_ferraro_foto_federginnastica

Ai Campionati assoluti di ginnastica artistica, tra le donne, Alice D’Amato si è confermata campionessa italiana di All-aroud e parallele, oltre a vincere la trave. Lanza oro al volteggio, Andreoli al corpo libero. Tra gli uomini, tutti ai piedi di Lorenzo Minh Casali. Sono stati poi ufficializzati i convocati per le Olimpiadi

Assegnati i titoli italiani 2024 ai Campionati Assoluti di ginnastica artistica organizzati dalla Cuneoginnastica per celebrare i 50 anni di fondazione. Tra le donne Alice D'Amato si conferma campionessa italiana di'All-around e parallele e vince la trave. Lanza oro al volteggio, Andreoli al corpo libero. Tra gli uomini, tutti ai piedi di Lorenzo Minh Casali: il poliziotto di Ancona è il nuovo Re d'Italia. Svelati i nomi delle squadre per Parigi 2024.

Al Palazzetto dello Sport di Cuneo si sono affrontate le migliori stelle della ginnastica italiana, per conquistare i titoli tricolore, ma anche un pass olimpico per la squadra in partenza per Parigi.

I risultati tra gli uomini 

Tra gli uomini nel concorso generale la gara ha visto trionfare l’agente delle Fiamme Oro Lorenzo Casali, sul campione uscente Mario Macchiati, anche lui agente della Polizia di Stato, bronzo per l’aviere dell’Aeronautica Militare Yumin Abbadini (bronzo continentale e sesto miglior all-arounder al mondo).  Una competizione davvero agguerrita che ha visto fermarsi ai piedi del podio Lorenzo Bonicelli, Niccolò Vannucchi e Fabrizio Valle. 

Al corpo libero si è imposto Nicola Bartolini, seguito da Manuel Berettera dell’Artistica Brescia e da Lorenzo Bonicelli, promessa interessantissima della Ghislanzoni GAL. Il talento della Pro Patria Bustese, secondo nel 2023 a Padova, fa così lo scatto decisivo, prendendosi lo scettro del campione uscente, Filippo Castellaro.

Il cavallo con maniglie ha visto la conferma di Edoardo De Rosa, profilo di altissimo spessore tecnico sul quale il DTN Cocciaro spera di poter puntare nel prossimo quadriennio. L’atleta della Ginnastica Gioy si è lasciato alle spalle Gabriele Targhetta della Spes Mestre e Andrea Canazza della Corpo Libero Gymnastics Team. Thomas Grasso, il capitano della Polisportiva Celle e Steven Matteo della PGF si dividono, pari merito, l'oro al volteggio, mentre il bronzo va a Niccolò Vannucchi, Gymnastic Romagna Team. Assente il numero uno dello scorso anno, Tommaso Brugnami, fermato da uno stato influenzale e quindi impossibilitato a difendersi sulla rincorsa dei 25 metri.

Sul castello degli anelli prova maiuscola dell’aviere dell’Aeronautica Militare Marco Lodadio che con un'esecuzione d'orgoglio si impone sul compagno del Gruppo Sportivo di Vigna di Valle, Andrea Russo. Il fenomeno di Frascati, vicecampione del Mondo, succede così a Salvatore Maresca, fermo ai box per infortunio. Sul gradino basso troviamo Vannucchi con il personale di 13,880 punti. Grande ovazione per l’agente di polizia Carlo Macchini, ancora decisivo alla sbarra come lo scorso anno, quando si impose in Veneto. Dietro al marchigiano volante l’aviere Yumin Abbadini e Bonicelli.

Alle parallele pari, infine, conquista il titolo di specialità Lay Giannini. Il ragazzo della Giovanile Ancona riesce a scalzare dalla vetta il campione in carica, il poliziotto Mario Macchiati e Marco Sarrugerio della Juventus Nova Melzo, numero tre d’Italia.

I risultati tra le donne 

Tra le donne, Alice D’Amato si è confermata campionessa italiana assoluta nel concorso generale. La ventunenne genovese ha bissato l’oro di Padova 2023, ed eguagliato la sorella gemella Asia (assente per infortunio) che si era laureata regina nel 2019 e 2020. Al secondo posto Manila Esposito, campionessa europea 2023 a Rimini, che ha prevalso per meno di un punto sulla collega poliziotta Elisa Iorio. Al quarto posto una strepitosa Giorgia Villa, ai piedi del podio tricolore con il personale di 109.150. Quinta la numero uno del 2022 Martina Maggio, mentre il futuro caporale dell’Esercito Angela Andreoli chiude il sestetto.

La D'Amato ha completato la trasferta tricolore con l’oro alle parallele asimmetriche (nelle quali è la migliore in Europa da due edizioni consecutive), e con quello alla trave dove ha tenuto a distanza Giorgia Villa e l’accoppiata pari merito Manila Esposito e Giulia Perotti, giovanissima grande speranza della ginnastica artistica femminile italiana. 

Alle parallele asimmetriche la ligure aveva avuto la meglio su una Iorio in grande forma e su Giorgia Villa, protagonista di una prestazione sfarzosa. 

Sotto gli occhi di Vanessa Ferrari, si sono poi completati anche i podi delle singole finali di specialità: a Irene Lanza il titolo al volteggio, seconda Alessia Guicciardi, bronzo Nunzia Dercenno. Al corpo libero il testa a testa è stato tra le più giovani del gruppo, entrambe del 2006, Angela Andreoli che si è fatta preferire su Manila Esposito. Sul gradino più basso l’onnipresente D’Amato a soli 50 millesimi dall’argento.

 

Al termine delle gare, oltre alle premiazioni, anche l'ufficializzazione delle convocazioni per i Giochi Olimpici di Parigi 2024, che inizieranno tra meno di 20 giorni e si potranno seguire integralmente con Eurosport sui 10 canali della piattaforma Sky.

Le convocate della squadra femminile 

Il direttore tecnico della sezione femminile Enrico Casella ha selezionato: Alice D'Amato, Manila Esposito, Giorgia Villa, Angela Andreoli, Elisa Iorio

 

I convocati della squadra maschile 

Il direttore tecnico della sezione maschile Giuseppe Cocciaro ha selezionato: Lorenzo Minh Casali, Mario Macchiati, Yumin Abbadini, Nicola Bartolini, Carlo Macchini