Francia, rugbista viene espulso e dà un pugno all'arbitro

Rugby

Protagonista un giocatore del Saint-Esteve che ora rischia la squalifica a vita dopo aver mandato il direttore di gara in ospedale. Il presidente del club Christian Cozza: "Era stato già squalificato in precedenza per 4 giornate e io non volevo che giocasse"

I campi di gioco francesi sono nuovamente teatro di scontri e violenza. Questa volta in mezzo ci finisce il rugby e con l'esattezza un match di Coppa Juniors tra Saint-Esteve e Tolosa, dove un giocatore dei padroni di casa ha steso l'arbitro con un pugno. Il motivo? Una semplice espulsione. Da lì in poi si è scatenata ovviamente una rissa che ha coinvolto anche gli altri giocatori in campo. Il match è stato sospeso dopo 25 minuti e il direttore di gara, Benjamin Casty, è stato trasportato in ospedale: per fortuna non ha riportato fratture alla mascella, come sospettato inizialmente. Il presidente della Federazione francese, Marc Palanques, ha definito il gesto come inqualificabile e si augura che la Commissione Disciplinare si dimostri intransigente nella sua valutazione. Il rugbista, non ancora identificato, dovrebbe essere squalificato a vita, mentre il patron del Saint-Esteve, Christian Cozza, dovrebbe essere dimesso: "Era stato già squalificato per 4 giornate in precedenza - ha dichiarato -, e io non volevo neanche che giocasse".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.