10 novembre 2017

Rugby, nel primo Test Match l'Italia sfida le Fiji

print-icon

L'Italrugby torna dopo 24 anni a Catania per il primo dei Test Match di novembre. Gli azzurri sfidano le Fiji: il Ct O'Shea, con una squadra giovane, vuole ottenere un risultato che confermi i progressi

L'Italrugby torna in scena con i Test Match di novembre. Tre sfide importanti, fondamentali, per verificare i progressi fatti e misurarsi con formazioni più in alto nel ranking. La speranza del Ct Conor O'Shea è quella di ottenere indicazioni positive e, magari, di guadagnare qualche posizione in una classifica mondiale che al momento ci vede al 14° posto. La Nazionale comincia la sua avventura dal Sud, tornando a giocare a Catania, una piazza ricca di tradizione rugbistica, dopo 24 anni. Ad ospitare la sfida contro le Fiji è lo Stadio Massimino. L’ultimo precedente in Sicilia risale al 1994 ed era ancora amatoriale: Italia-Romania finita 24-6.

L'ultimo precedente con le Fiji risale invece a giugno 2017, quando gli azzurri avevano perso 22-19 in trasferta. La squadra del Sud Pacifico è 9^ nel ranking ed è composta da tanti giocatori di valore che riescono a fare la differenza in Europa. Il programma dei Test Match proseguirà sabato 18 novembre a Firenze, dove la Nazionale è attesa dal confronto con l'Argentina, reduce da un Championship da dimenticare (6 sconfitte in altrettante partite). Per concludere il ciclo, sabato 25, la sfida contro il Sudafrica a Padova. Il Ct O'Shea ha annunciato la formazione che scenderà in campo al Massimino: un XV giovane e con poca esperienza in maglia azzurra.

Italia-Fiji: una nazionale giovane alla ricerca di conferme

L'esperienza in campo la metterà Sergio Parisse, arrivato a quota 126 caps. L'età media della squadra schierata dal Ct è però di soli 26 anni. Tanti giocatori giovani, con molti meno trascorsi in azzurro rispetto al capitano: la media delle presenze della squadra che affronterà le Fiji è di 20. L'unico esordiente assoluto è Jayden Hayward della Benetton Treviso: nato in Nuova Zelanda ma in Italia da più di 3 anni, quindi selezionabile. Due veterani inizieranno in panchina: il tallonatore Leonardo Ghiraldini e il mediano di mischia Edoardo Gori. Ritorna con l'Italrugby Mattia Bellini, assente per oltre un anno e mezzo dopo la rottura del legamento crociato durante l'ultimo turno del Sei Nazioni 2016. L'Italia giovane e sperimentale di O'Shea cerca la vittoria, che varrebbe il pareggio negli scontri diretti con le Fiji, che nell'ultimo confronto a Suva hanno effettuato il sorpasso sul 6-5.  

L'Italia prepara i Test Match di novembre e pensa già al Mondiale 2019

I PIU' VISTI DI OGGI