Rugby, Galles-Italia al 6 Nazioni 2022 Under 20: le formazioni

Rugby
©Getty
italia_getty 3

Dopo i successi contro Inghilterra e Scozia, i ragazzi allenati da Massimo Brunello vanno in Galles con la consapevolezza dei propri mezzi e la possibilità di poter puntare a un risultato storico

GALLES-ITALIA LIVE

Fatta l’Italia under 20 che domenica alle 15 italiane affronterà con diretta su #skyrugby il Galles per la quinta ed ultima giornata del torneo Sei Nazioni di categoria. Al Parc Erias di Calwyn Bay, dopo le vittorie contro Inghilterra e Scozia, gli Azzurri cercheranno uno storico tris. Dopo l’ottima prova contro la Scozia, Massimo Brunello conferma la mediana moglianese Sante-Garbisi, con l’estremo Pani totalmente recuperato dopo l’infortunio muscolare di venerdì scorso che aveva fatto temere un suo forfait. Subito dentro Mey, che affianca il veneziano Passarella a trequarti centro, mentre davanti Odiase torna titolare al posto di Cenedese che parte dalla panchina. Nessun cambio, come ormai da prassi, tra i primi cinque uomini, fin qui una certezza assoluta per affiatamento e rendimento.

Le parole di Massimo Brunello

approfondimento

6 Nazioni Under 20 Brunello: "Grande entusiasmo"

Non sarà della partita il flanker Berlese, indisponibile per i postumi dell'infortunio subito contro la Scozia: al suo posto entra nei 23 il laziale Marucchini.

“È l’ultima partita, e ci teniamo particolarmente a fare bene, chiudendo il nostro impegno con una performance che dia continuità alla crescita di questo gruppo - analizza il tecnico rodigino -. Il Galles è una squadra aggressiva, soprattutto in casa, che sa giocare a rugby, in particolare con gli avanti. Noi però siamo fiduciosi, siamo carichi e vogliamo dimostrare che anche in trasferta siamo in grado di fare grandi cose. Affrontiamo la partita con serenità, consapevoli del valore dell’avversario, ma anche consapevoli del nostro valore, facendo in modo che il fattore ambientale, che certamente per il Galles avrà il suo peso, non incida sulla nostra prestazione. In Irlanda abbiamo lasciato il nostro più grande rammarico in questa competizione, perché in campo la sensazione era quella di essere molto, molto vicini al loro valore: non vogliamo ripetere un’esperienza simile, i rammarichi questa volta non dovranno trovare spazio né durante, né dopo il match”. 

Partenza oggi verso Calwyn Bay

Otto cambi ed uno switch centro-apertura nel XV dei Dragoni deciso dall’head coach Byron Hayward, soddisfatto della prestazione complessiva dei suoi ragazzi malgrado l’unica vittoria fin qui centrata: "L'Italia sta dimostrando di essere una squadra decisamente forte quest’anno - le sue considerazioni -. Per battere l'Inghilterra, difensivamente sono stati eccezionali, quindi dobbiamo assicurarci di giocare con lucidità ed alzare il nostro livello in attacco e nella gestione complessiva della partita. La settimana scorsa, ad esempio, nel primo tempo avremmo potuto calciare meglio tatticamente, domenica dobbiamo assicurarci di sfruttare al meglio le occasioni che ci capiteranno”. La Nazionale italiana è partita alla volta del Galles nella tarda mattinata di oggi, con transito su Manchester prima dell'arrivo a Calwyn Bay. Il rientro in Italia è previsto per lunedì 21 marzo.

Le formazioni annunciate

GALLES: 15 Cameron Winnett; 14 Josh Hathaway, 13 Bryn Bradley, 12 Eddie James, 11 Oli Andrew; 10 Joe Hawkins, 9 Morgan Lloyd; 8 Ben Moa, 7 Tom Cowan, 6 Alex Mann; 5 Ryan Woodman, 4 Benji Williams; 3 Adam Williams, 2 Morgan Veness, 1 Cameron Jones. 

A disposizione: 16 Connor Chapman, 17 Joe Cowell, 18 Nathan Evans, 19 Lewis Jones, 20 Ethan Fackrell, 21 Luke Davies, 22 Josh Phillips, 23 Iestyn Hopkins.         

 

ITALIA: 15 Lorenzo Pani; 14 Flavio Pio Vaccari, 13 Francois Carlo Mey, 12 Dewi Passarella, 11 Filippo Lazzarin; 10 Giovanni Sante, 9 Alessandro Garbisi; 8 Giacomo Ferrari (Cap.), 7 Ross Michael Alwyn Vintcent, 6 David Odiase; 5 Riccardo Andreoli, 4 Alessandro Ortombina; 3 Riccardo Genovese, 2 Lapo Frangini, 1 Luca Rizzoli.

 

A disposizione: 16 Tommaso Scramoncin, 17 Riccardo Bartolini, 18 Matteo Bernardinello, 19 Giovanni Cenedese, 20 Giulio Marucchini, 21 Andrea Cuoghi, 22 Nicolò Teneggi, 23 Arturo Fusari.